Il Signore degli Anelli: Morfydd Clark parla della strabiliante esperienza sul set

La trilogia de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson è stata lodata per anni per aver catturato il vasto mondo dell’autore JRR Tolkien, rendendo potenzialmente il pubblico preoccupato su come la serie TV potrebbe avvicinarsi a catturare l’essenza di un mondo così vasto.

L’interprete di Galadriel, Morfydd Clark, conferma che la sua l’esperienza con la produzione è che è stata un’opportunità “strabiliante”.

L’attrice, la cui carriera è consistita in gran parte in produzioni minori, è stata comprensibilmente sopraffatta ed entusiasta entrando non solo in una produzione finanziata da Amazon Studios, ma che sta portando in vita il fantasy per eccellenza.

“Mi sento come se avessi avuto la mia dose di cose enormi facendo Il Signore degli Anelli”, ha condiviso Clark con NME. “La quantità di [persone che lavorano] a questo spettacolo è strabiliante. Il lavoro di un ragazzo consiste solo nel vedere come la polvere reagisce ai passi e al respiro! Non mi sarebbe mai nemmeno passato per la mente prima. A parte con qualcosa come la Marvel, non credo che le cose potrebbero diventare molto più grandi di così.”

Probabilmente non dovremmo aspettarci di vedere l’attrice tornare in un mondo così enorme molto presto, come ha fatto notare: “In molti modi, sono più felice e soddisfatta facendo progetti più intimi come [il prossimo film horror] Saint Maud“.

Nonostante il titolo condivida il nome con la famosa trilogia di Jackson, la serie avrà pochi collegamenti con quella trama, poiché si dice che si svolge centinaia di anni prima, sempre nella Terra di Mezzo. La natura mistica della mitologia, ovviamente, permette ad alcuni personaggi familiari di apparire, come Galadriel ed Elrond, con quest’ultimo precedentemente interpretato da Hugo Weaving.

Non contante sul ritorno di Weaving nel franchise per la nuova serie, poiché ha affermato di non essere così interessato a essere coinvolto in un’altra produzione di massa.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: