Independence Day: Roland Emmerich riflette sul franchise ora che è in mano alla Disney

Dopo la fusione tra quella che una volta era la 20th Century Fox e la Disney, alcuni progetti sono stati abbandonati o messi in stasi. Anche i destini di alcune importanti proprietà come Alien e Planet of the Apes sono diventati materiale da discussione negli ultimi tempi.

Ma per quanto riguarda il Independence Day 3? Roland Emmerich pensa al franchise e a dove potrebbe ancora andare sotto l’egida della Disney.

Di recente, presenziando al tour stampa per l’uscita dell’home video del suo ultimo film, Midway, Roland Emmerich si è intristito per lo stato del franchise di Independence Day. Il motivo del suo umore cupo è che con la “scomparsa” della Fox, lo studio che ha realizzato sia il blockbuster del 1996 che il suo sequel Independence Day: Rigenerazione, sembra che la proposta di un terzo film sia tornata al punto di partenza.

Durante l’intervista di CinemaBlend con Roland Emmerich, gli è stato chiesto se c’era ancora la possibilità che questo secondo sequel potesse vedere la luce del giorno. Incerto, ma pieno di speranza, ha regalato questi dettagli su come vede lo stato attuale del progetto.

“Non lo so. Non so nemmeno se ci sono riuscito. Ne avevo parlato naturalmente con la Fox, e poi quando sono stati acquistati, ho detto: ‘Beh, probabilmente è finita’. Ma non lo so. Vedremo, è un po’ come se vivessimo tra il potrebbe succedere e il non potrebbe. Oggi Hollywood è come un posto strano, davvero strano, perché ho la sensazione che la Disney potrebbe essere interessata a farlo. A loro piace quel tipo di film in franchise.”

Roland Emmerich non ha torto a dare una piccola speranza a Independence Day in seno ai 20th Century Studios, ora ribattezzati per via dell’acquisizione. Dopotutto, anche qusndo uscì Independence Day: Rigenerazione l’idea era quella di creare una nuova storia ma con un po’ di fan-service che riportasse i fan del primo film al cinema. Ovviamente, il sequel non ha funzionato bene ai botteghini, quantomeno non quanto lo studio avrebbe sperato. Quello che una volta era stato sviluppato come un film in due parti intitolato Independence Day: Forever è diventato un film singolo che non riusciva a catturare lo stesso tipo di interesse del primo film.

In retrospettiva, Emmerich ha dichiarato di ritenere che Independence Day: Rigenerazione avrebbe dovuto essere annullato o ritardato, a causa della sceneggiatura del film che stava creando disordine quando Will Smith ha affermato che non sarebbe tornato come il Capitano Steven Hiller. Anche se, nonostante i dubbi personali sul film, il regista non solo ha completato il sequel come previsto, ma ha anche avuto una buona idea per continuare la saga.

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: