James Gunn elogia il DCEU e la volontà della produzione di dare vita alle visioni dei registi

Il regista James Gunn adora la varietà dei film DC.

Lanciato sul serio nel 2013, il DCEU ha dovuto affrontare alcune sfide per diventare il più grande concorrente della Marvel. Man of Steel di Zack Snyder ha dato il via al franchise e il regista ha poi realizzato il, Batman v Superman: Dawn of Justice, tre anni dopo con l’intenzione di iniziare la storia con al centro la Justice League.

Prima di quella squadra, tuttavia, il DCEU ne ha messa in scena un’altra, la Suicide Squad del 2016, e poi è seguita Wonder Woman del 2017, l’ultimo dei quali era il film DC più apprezzato dalla critica a quel punto.

Le versioni successive non sono state accolte altrettanto bene, con Justice League che si è giustamente preso le ire sia della critica che dei fan, diventando una grande delusione per tutti. Aquaman è uscito più di un anno dopo, nel 2018 e ha incassato oltre 1 miliardo di dollari, il più alto negli incassi al botteghino di qualsiasi film DCEU. Da allora, il franchise ha rilasciato film come Birds of Prey e Shazam!, che sembravano essere solo tangenzialmente collegati al DCEU. Tutto ciò è culminato nell’uscita della Justice League di Zack Snyder dopo una campagna durata anni che ha richiesto la pubblicazione della visione originale del regista.

Gunn, che arriverà nel DCEU il mese prossimo con The Suicide Squad, ha rivelato al NYT che ama quanto sono vari i film del DCEU, visto che questo è il modo in cui il franchise si distingue dal MCU.

Gunn cita registi come Peyton Reed (Ant-Man), Jon Favreau (Iron Man) e Taika Waititi (Thor: Ragnarok e Love and Thunder) come quelli capaci di fare le cose in modo diverso nel MCU. Tuttavia, Gunn dice che quei film non sono così diversi, non come Suicide Squad e Shazam. Il regista ha poi rivelato che crede che le persone ai vertici della DC e della Warner Bros. siano davvero interessate a soddisfare i registi e le loro visioni specifiche piuttosto che adattare i loro film a un’estetica generale.

“Penso sia grandioso. Questo è uno dei modi in cui la DC può distinguersi dalla Marvel. Quello che faccio è molto diverso da quello che fa [il regista di Ant-Man] Peyton Reed, è molto diverso da quello che ha fatto [il regista di Iron Man] Jon Favreau, è diverso da Taika [Waititi, il regista di Thor: Ragnarok]. Ma non così diverso da Shazam e Suicide Squad, invece. Penso che l’attuale gruppo di persone alla Warner Bros. sia davvero interessato a costruire un mondo e creare qualcosa che sia unico per i registi. Siamo in un momento strano, quindi tutto può succedere.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: