James Gunn mette in dubbio l’esistenza del Superman di Henry Cavill nell’universo di The Suicide Squad

La nuova avventura di squadra del DCEU, The Suicide Squad, si sta rapidamente avvicinando, con la data di uscita fissata per il 6 agosto 2021.

Mentre la Warner Bros. pubblica nuovi trailer pieni di azione, lo scrittore e regista James Gunn (che in precedenza ha diretto Guardiani della Galassia dei Marvel Studios) continua a promettere ai fan un’esperienza diversa da qualsiasi cosa sia stata vista nel DCEU.

Con un mix di personaggi familiari, come la Harley Quinn di Margot Robbie, oltre a nuovi volti come il Peacemaker di John Cena, il film agisce come una sorta di soft-reboot per il franchise di Suicide Squad. E, dato il suo rating R, Gunn sta chiaramente tentando di dare una nuova ed eccitante vita alla Task Force X.

Sebbene non si sappia molto su ogni nuovo personaggio, un cattivo di cui il regista ha condiviso alcuni retroscena è il Bloodsport di Idris Elba, che Gunn ha rivelato essere in prigione per aver tentato di uccidere Superman con un proiettile di kryptonite. Anche se questo può sembrar suggerire che The Suicide Squad potrebbe presentare forti connessioni con il Superman di Henry Cavill, James Gunn ha messo in in guardia i fan spronandoli a pensare diversamente.

Lo scrittore e regista di Suicide Squad, James Gunn, ha recentemente incontrato IGN per analizzare il trailer più recente del film. Al minuto 0:25, Gunn ha descritto la complicata storia di Bloodsport con l’Uomo d’Acciaio, dove l’attentato del cattivo alla vita di Superman ha effettivamente messo l’eroe in terapia intensiva.

Ciò ha portato Gunn ad esclamare che mentre “sì, The Suicide Squad fa parte del DCEU”, non era esattamente sicuro di “quale Superman fosse” quello con cui Bloodsport si è scontrato.

“Quindi sì, Bloodsport è in prigione per aver messo Superman in terapia intensiva con un proiettile di kryptonite. Sì, The Suicide Squad fa parte del DCEU, ma uh, non so quale Superman fosse, perché non lo so. Non dipende da me scegliere il prossimo Superman. Quindi, potrebbe essere Henry [Cavill], come potrebbe essere qualcun altro, o chiunque decidano le persone sopra di me.”

Il futuro di Henry Cavill con la Warner Bros. e il DCEU è stato poco chiaro, per non dire altro. Mentre l’iterazione di Cavill dell’Uomo d’Acciaio è rimasta popolare agli occhi dei fan dopo la Justice League di Zack Snyder, non ci sono ancora piani concreti per eventuali sequel o altri progetti con protagonista il Superman di Henry Cavill.

Ci sono state voci secondo cui Cavill potrebbe apparire in un cameo nel prossimo sequel di Shazam, ma in seno alla Warner Bros. c’è in lavorazione un reboot di Superman, e l’introduzione di Supergirl nel film The Flash potrebbero aggiungere più validità alla conclusione che la Warner stia tentando di creare una certa distanza tra il DCEU e il Superman che ha dato il via a tutto.

Esiste inoltre anche un rumor, totalmente infondato e quindi da prendere con le dovute pinze, che vorrebbe in The Suicide Squad ci fosse una scena post-credits che dia credito al fatto che il Superman di Cavill non sarà più parte del DCEU. Sembra, stando alle fonti (insider come Daniel Ritchman), che la scena mostrerebbe Superman in terapia intensiva, con la faccia sfigurata dal colpo di Bloodsport. Stando alle info, questo espediente verrebbe usare per dare “un nuovo volto a Superman”; e così permettere il re-casting.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: