James Gunn risponde alle critiche di Francis Ford Coppola ai cinecomics

All’inizio del mese hanno fatto parlare di se le critiche che Martin Scorsese ha rivolto ai cinecomics Marvel, spiegando come il celebre regista li veda più come parchi divertimento che cinema, e lamentandosi del fatto che letteralmente invadono le sale cinematografiche.

In diversi hanno preso la palla al balzo per opporsi alle critiche di Scorsese, definendo anche quei prodotti d’intrattenimento come cinema, e nel tempo qualcuno si è schierato con il regista di Quei Bravi Ragazzi, Francis Ford Coppola, che ci è andato giù un po’ più pesante definendoli “spregevoli”.

Le prime dichiarazioni sono state oggetto di risposta sopratutto da parte di James Gunn, che è noto nell’ambito dei cinecomics per aver diretto i film che per adesso spiccano nella galleria di film che i Marvel Studios hanno prodotto come progetti di qualità, i due film dei Guardiani della Galassia, e la sua risposta si è mostrata come piena di dispiacere, dove lamentava il fatto che il grande regista avesse criticato film che nemmeno aveva visto.

Dopo il commento di Coppola, Gunn è tornato di nuovo alla carica con un post su Instagram, dove ha portato un esempio che personalmente troviamo calzante per la questione cinecomics, e che fa eco a ciò che molti hanno sempre detto del tipo di film.

“Molti dei nostri nonni pensavano che i gangster movie fossero tutti uguali, e spesso li chiamavano ‘spregevoli’. Alcuni dei nostri bisnonni credevano la stessa cosa dei western, e credevano che i film di John Ford, Sam Peckinpah e Sergio Leone fossero tutti uguali. Ricordo un prozio che, sentendo il mio entusiasmo per Star Wars, mi disse: ‘L’ho visto quel film, si chiamava 2001, e ragazzo, era davvero noioso!’. I supereroi sono semplicemente le avventure odierne con cowboy o gangster. Alcuni film di supereroi sono terribili, altri sono bellissimi. Come per i western e i film di gangster, non tutti saranno in grado di apprezzarli, nemmeno alcuni geni. E va benissimo così.”

Qui sotto potete vedere il post:

View this post on Instagram

Many of our grandfathers thought all gangster movies were the same, often calling them “despicable”. Some of our great grandfathers thought the same of westerns, and believed the films of John Ford, Sam Peckinpah, and Sergio Leone were all exactly the same. I remember a great uncle to whom I was raving about Star Wars. He responded by saying, “I saw that when it was called 2001, and, boy, was it boring!” Superheroes are simply today’s gangsters/cowboys/outer space adventurers. Some superhero films are awful, some are beautiful. Like westerns and gangster movies (and before that, just MOVIES), not everyone will be able to appreciate them, even some geniuses. And that’s okay. ❤️

A post shared by James Gunn (@jamesgunn) on