James McAvoy descrive Giorni di un Futuro Passato come una delle esperienze più positive avute con la Fox e critica i film per un aspetto

La relazione tra il Professor X e Magneto nei fumetti è sempre stata uno dei punti fermi più importanti degli X-Men, qualcosa che un precedente attore Marvel ritiene sia stata un po’ sprecata in alcuni film.

Quando si tratta di live-action, entrambi i personaggi sono stati interpretati da due attori diversi. Ian McKellen e Michael Fassbender hanno dato vita a Magneto, mentre il Professor X è stato incarnato da Patrick Stewart (comparso l’ultima volta in Doctor Strange in the Multiverse of Madness) e James McAvoy.

Entrambi hanno portato in scena approcci molto diversi dei personaggi, in particolare quello dei sentimenti anti-mutanti. Xavier tende a vedere sempre il meglio nelle persone e a competere per un approccio pacifico, mentre Magneto è molto più brutalista e violento.

Questi approcci molto diversi creano situazioni e relazioni davvero dinamiche e interessanti, qualcosa che un attore di X-Men: L’inizio sente che i film successivi non hanno utilizzato abbastanza.

In un’intervista con GQ Magazine, l’attore di X-Men: L’Inizio, James McAvoy, che interpretava il Professor X, ha rivelato come si è sentito riguardo a quello che ritiene un fallimento chiave del suo tempo alla Fox con il franchise. Innanzitutto, ha chiarito che quei film sono stati “una delle esperienze più positive [che ha] avuto con lo studio”.

“È stata una delle esperienze più positive che ho avuto con uno studio. In realtà non [li vedo solo come] prodotti fatti per soldi. Giorni di un Futuro Passato penso sia uno dei film migliori in cui sono stato coinvolto.”

McAvoy ha continuato a dire che “la [sua] più grande critica” a ciò che Fox ha fatto con i personaggi è stata il modo in cui “non hanno approfittato della relazione tra [Xavier e Magneto di Michael Fassbender]”.

“La mia più grande critica a ciò che abbiamo fatto durante i quattro film è stata che dopo il primo film, non abbiamo approfittato del rapporto tra [Xavier e Magneto di Michael Fassbender], che ha davvero costituito la spina dorsale del primo film. Quindi è stato come se avessimo semplicemente evitato di imbracciare la nostra arma più potente.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: