James McAvoy improvviserà totalmente in un remake del thriller francese My Son

Le notizie di remake di solito tendono a provocare reazioni negative online, anche se a volte la presenza di talenti di qualità coinvolti può aiutare a mitigarle.

Ci aspettiamo una risposta mista, quindi, alla notizia che James McAvoy e Claire Foy reciteranno in un remake del thriller francese My Son.

Christian Carion, che ha diretto il fortunato originale del 2017, è tornato dietro la macchina da presa per la nuova versione, che seguirà un modello simile. McAvoy interpreterà un uomo alla disperata ricerca di suo figlio e che si recherà nella città dove vive la sua ex moglie (Foy) mentre cerca risposte. Dato che è nel mezzo di un mistero, a McAvoy non verrà data una sceneggiatura o un dialogo, ma solo aspetti di base della storia, mentre il resto del cast e della troupe sapranno esattamente cosa sta succedendo.

È la stessa tattica impiegata da Carion con il suo primo adattamento della sua storia. STX Films sostiene il film, che dovrebbe essere girato il prossimo mese in Scozia.

“Siamo entusiasti di lavorare con Christian per creare My Son per un pubblico mondiale”, afferma Adam Fogelson, presidente di STX. “James farà il lavoro investigativo del film in tempo reale, davanti alla telecamera, per creare una vera tensione per questo thriller. Ci piace supportare una narrazione audace e innovativa come My Son, e Claire non potrebbe essere una scelta più spettacolare o eccitante per questo film che sicuramente entusiasmerà il pubblico.”

L’originale My Son del 2017 è un film diretto da Christian Carion, che ha anche co-scritto la sceneggiatura assieme a Laure Irrmann. Nel film compaiono le star Guillaume Canet, Mélanie Laurent e Olivier de Benoist.

La trama parla di Julien che torna sulle Alpi, dove abitava con la sua famiglia prima del divorzio, in seguito alla scomparsa del figlio di sette anni. Per ritrovare il bambino, l’uomo è disposto a tutto.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: