James Wan descrive l’esclusione di Aquaman dagli Oscar per i VFX “una fottuta vergogna”

Il regista di Aquaman, James Wan, ha criticato la scelta dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences di non aver riconosciuto il lavoro svolto negli effetti visivi del suo film targato DC Films, che ricordiamo è stato snobbato dalle shortlist preliminari.

Il mese scorso, le speranze per un Oscar ad Aquaman sono state mandate in fumo dopo che il film non è figurato nella shortlist dei VFX di quest’anno. Mentre rispondeva a un commento su Facebook del supervisore degli effetti visivi di Aquaman, Kelvin McIlwain, Wan ha dichiarato quanto segue:

“Kelvin, tu e il tuo dipartimento siete gli eroi non celebrati di questo film. Il fatto che i tuoi colleghi VFX nell’Academy non stiano riconoscendo o apprezzando il grande contribuito che avete dato al film ed al cinema è una fottuta vergogna.”

Fortunatamente, Aquaman sta comunque portato a casa dei più che eccelsi risultati al botteghino, e senza una vera concorrenza fino a Glass, che arriverà il 18 gennaio, Aquaman dovrebbe rimanere ai vertici del box-office fino a diventare il capitolo del DC Extended Universe con il maggior incasso finora. Il film dovrebbe superare 900 milioni di dollari entro la fine della sua corsa, con alcuni analisti che affermano addirittura di poter superare il traguardo del miliardo.

A questo punto poco importa se vincerà o meno un Oscar e se verrà riconosciuto dall’Academy per i meriti che si merita, essendo un film di massa ha già avuto l’approvazione che desiderava, quella del pubblico. Senza contare anche la positiva reazione della critica.


RECENSIONE – Aquaman


Adattamento cinematografico dedicato ad Aquaman, il supereroe dell’universo DC Comics creato nel 1941 da Paul Norris et Mort Weisinger. L’azione segue gli eventi di Justice League.

Arthur Curry noto anche come il Protettore degli oceani Aquaman (Jason Momoa), esita a prendere il posto che gli spetta alla guida del regno sottomarino di Atlantide. Se nella sua prima avventura corale il giovane ibrido umano-atlantideo ha dichiarato di avere ancora “un casino di cose da fare”, il film da protagonista lo vede più maturo e meno spavaldo, intenzionato a mettere la forza sovrumana di cui è dotato, l’abilità di governare le maree e la capacità di nuotare a elevatissime velocità, al servizio dei più deboli. La sua lealtà tuttavia, è divisa tra gli abitanti della terra, che continuano a inquinare il pianeta, e il popolo subacqueo che progetta segretamente di invadere la superficie. Il supereroe spaccone e solitario dovrà scegliere con giudizio la strategia da adottare per garantire la pacifica convivenza tra le due parti. Accanto a lui ci saranno preziosi consiglieri come Mera (Amber Heard) e pericolosi nemici come il fratellastro Orm (Patrick Wilson) che mira al trono.

Le riprese di Aquaman si sono svolte in Australia, Canada e Tunisia, dirette da James Wan su un sceneggiatura ad opera di Will Beall in collaborazione con lo stesso Wan. Purtroppo la location italiana non è stata presa in considerazione per motivi sconosciuti, ed è stata ricreata in studio.

Nel cast figurano Jason Momoa, Kaan Guldur e Otis Dhanji nel ruolo di Aquaman, Amber Heard in quello di Mera, Willem Dafoe nel ruolo di Vulko, Patrick Wilson (Ocean Master), Yahya Abdul-Mateen II (Black Mantha), Dolph Lundgren interpreterà Re Nereus e Nicole Kidman sarà Atlanna.