James Wan parla ai fan ed alla gente che non ha apprezzato Aquaman

Aquaman è uscito ormai da un po’ negli Stati Uniti ed in buone parti del mondo, ed anche se qui da noi in Italia ancora deve arrivare – per inciso arriva domani 1° gennaio – già molti ne parlano grazie a proiezioni stampa, anteprime segrete e cose del genere.

Non ci sarebbe niente di male, se non un crescente modo di fare che è un po’ la versione ugualmente disprezzabile di ciò che molti hater facevano prima nei confronti dei fan del DC Extended Universe, ovvero l’esprimere assolutismo ed intolleranza. Prima c’era la schiera di frasi “reboottate il DCEU“, o magari “progetto mal fatto e partito male“, assieme ai soliti ripetere qualche frase di quale youtuber diventata celebre per far scudo al fatto che non si sa da che parte stare, fino ad arrivare ad offese vere e pesanti, per cui non c’è MAI nessuna giustificazione. Adesso però, il rovescio della medaglia ha portato a galla il vero marcio anche nel fandom.

I fan discutono incessantemente sui social media, indipendentemente dal fatto che Aquaman sia un buon film, e spesso diventano così fuori controllo che diventano veri e propri molestatori, tanto da cercare di attrarre anche il creativo dietro al progetto, James Wan, all’interno del dibattito.

Anche se aveva evitato di rispondere, adesso il regista ha ufficialmente twittato la sua posizione sulla questione di Aquaman ed è serio come un infarto: “È arrivato alla mia attenzione che alcune persone sono state molestate da alcuni fan per il fatto che non gli è piaciuto Aquaman. Vi prego, non fatelo. Non è il tipo di supporto che voglio. Siate rispettosi. Viceversa, va bene se non vi piace il mio film, ma non c’è bisogno di attaccarmi personalmente, o taggarmi in incitazioni all’odio. Pace“.

Adattamento cinematografico dedicato ad Aquaman, il supereroe dell’universo DC Comics creato nel 1941 da Paul Norris et Mort Weisinger. L’azione segue gli eventi di Justice League.

Arthur Curry noto anche come il Protettore degli oceani Aquaman (Jason Momoa), esita a prendere il posto che gli spetta alla guida del regno sottomarino di Atlantide. Se nella sua prima avventura corale il giovane ibrido umano-atlantideo ha dichiarato di avere ancora “un casino di cose da fare”, il film da protagonista lo vede più maturo e meno spavaldo, intenzionato a mettere la forza sovrumana di cui è dotato, l’abilità di governare le maree e la capacità di nuotare a elevatissime velocità, al servizio dei più deboli. La sua lealtà tuttavia, è divisa tra gli abitanti della terra, che continuano a inquinare il pianeta, e il popolo subacqueo che progetta segretamente di invadere la superficie. Il supereroe spaccone e solitario dovrà scegliere con giudizio la strategia da adottare per garantire la pacifica convivenza tra le due parti. Accanto a lui ci saranno preziosi consiglieri come Mera (Amber Heard) e pericolosi nemici come il fratellastro Orm (Patrick Wilson) che mira al trono.

Le riprese di Aquaman si sono svolte in Australia, Canada e Tunisia, dirette da James Wan su un sceneggiatura ad opera di Will Beall in collaborazione con lo stesso Wan. Purtroppo la location italiana non è stata presa in considerazione per motivi sconosciuti, ed è stata ricreata in studio.

Nel cast figurano Jason Momoa, Kaan Guldur e Otis Dhanji nel ruolo di Aquaman, Amber Heard in quello di Mera, Willem Dafoe nel ruolo di Vulko, Patrick Wilson (Ocean Master), Yahya Abdul-Mateen II (Black Mantha), Dolph Lundgren interpreterà Re Nereus e Nicole Kidman sarà Atlanna.

Il film uscirà in Italia il 1° gennaio 2019.