JJ Abrams rivela cosa lo ha sorpreso de Gli Ultimi Jedi

Lungo una recente intervista con Fox 5 DC, il regista di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, JJ Abrams, ha avuto modo di parlare di Rian Johnson ed il suo film facente parte della trilogia sequel, il fantastico Gli Ultimi Jedi.

Il film di Johnson è stato, per molti, un film scioccante. Ha sovvertito ciò che i fan pensavano dei personaggi e delle trame di Star Wars prestabilite. JJ Abrams ha diretto il seguito quindi ciò solleva una domanda: cosa lo ha colpito maggiormente de Gli Ultimi Jedi?

“Ovviamente, lessi la sceneggiatura. Non è che sono andato a vedere Gli Ultimi Jedi. Ma ho visto cosa stava facendo Rian… Ciò che ho amato del suo approccio era che stava sovvertendo tutte le aspettative ovunque tu guardassi. Forse la sorpresa più grande non è stata quella effettivamente più grande. Sai, si pensa alla morte di Luke o la morte di Snoke per mano di Kylo, ma per me, la cosa che mi è piaciuta di più è stata la morte di Phasma.”

Il Capitano Phasma era un malvagio capitano che ha sorvegliato Finn sin da quando era uno Stormtrooper del Primo Ordine. Il merchandising attorno al personaggio è diventato molto popolare prima dell’uscita de Il Risveglio della Forza, e molti fan si aspettavano che ricoprisse un ruolo importante nei successivi film di Star Wars. Tuttavia, è stata uccisa in una battaglia contro Finn.

Abrams ha paragonato la morte di Phasma a quella di Han Solo. Ha detto che la morte di Solo è stata un modo per aiutare a definire il personaggio di Kylo Ren. Harrison Ford voleva che Solo morisse da un po’ di tempo, quindi ucciderlo onorava anche i desideri dell’attore, ma è rimsato sorpreso sopratutti perché non pensava che il suo tempo sullo schermo fosse finito.

“Questa è stata la cosa che ho pensato: ‘Oh, è stato inaspettato’. E questa è la cosa per cui Gli Ultimi Jedi ha innegabilmente avuto successo, la costante sovversione delle aspettative. Il numero di cose che sono successe in quel film che non pensavi potessero succedere.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: