Joe Manganiello sul perché ha partecipato al movimento #ReleaseTheSnyderCut con le foto di Deathstroke

Due anni dopo l’uscita di Justice League, l’attore Joe Manganiello si è unito a star del DC Universe come Ben Affleck e Gal Gadot nel sostenere la campagna #ReleaseTheSnyderCut sui social media.

I fan hanno visto la mossa come una spinta congiunta volta a spronare la Warner a rilasciare la versione di Zack Snyder del flop critico del 2017. Manganiello, che ha interpretato Deathstroke durante una scena dopo i titoli di coda nel film, ha recentemente dichiarato a EW di non aver visto il taglio del film. Il suo post sull’anniversario era più un memoriale per il personaggio di Deathstroke.

Il post di Manganiello conteneva 10 foto del suo Deathstroke prese dalla scena presente in Justice League, come raccontato dall’attore a EW. Anche Ray Fisher (Cyborg) e Christina Wren (il maggiore Carrie Farris) hanno pubblicato immagini sui social media per l’anniversario.

View this post on Instagram

#releasethesnydercut

A post shared by JOE MANGANIELLO (@joemanganiello) on

“Non so chi l’abbia iniziato”, dice Manganiello dell’hashtag #ReleaseTheSnyderCut. “A causa della cancellazione di Batman e dei vari altri progetti in cui il mio personaggio avrebbe partecipato, io non sono mai riuscito a rilasciarle.”

Snyder inizialmente lasciò il ruolo di regista di Justice League durante la produzione per motivi personali. Il regista Joss Whedon (che ha diretto i primi due film degli Avengers) è stato ingaggiato per completare il progetto. Il film ha debuttato e ha immediatamente alienato i fan della DC che volevano di più dalla pellicola.

Il feedback dei fan e i ritorni al botteghino poco favorevoli hanno portato a un notevole sconvolgimento in seno alla Warner. Il produttore del film, Jon Berg, che ha lavorato duramente al progetto, è uscito dall’azienda. DC e Warner Bros. iniziarono quindi anche a pensare di rimaneggiare l’universo DC, e rumor circa un film stand-alone sul Deathstroke di Manganiello vennero fuori. L’anno scorso l’attore stesso disse che il progetto era “ancora in lavorazione”, ma la verità è che potrebbe essere stato una vittima di quei cambiamenti.

“Onestamente volevo smettere di parlarne. Non mi piace molto parlare di cose che non sono accadute”, ha detto Manganiello della Snyder Cut. “Ho un sacco di foto del set che non sarebbero mai state rilasciate. Un giorno ho pensato, se non li metto fuori ora non usciranno mai. Potrei anche farli uscire al pubblico.”