Joker: Todd Philips non è preoccupato per il confronto con la Marvel

Il regista di Joker, Todd Phillips, ha affermato che il suo studio sui personaggi con rating R non è mai stato concepito per competere con i film di successo dei Marvel Studios.

Non conosco la concorrenza con la Marvel, non sono mai stato nel mondo dei fumetti“, ha detto Phillips durante una conferenza del Festival del cinema di Venezia sabato, quando gli è stato chiesto se l’approccio della DC al cinema guidato dal regista potesse essere un “utile strumento” nel confronto con la Marvel. “Quando inizialmente abbiamo concepito questa idea, si trattava solo di questo genere, di adottare un approccio diverso ad esso“.

Phillips voleva fare qualcosa di “completamente diverso dai film tratti dai fumetti che sono venuti prima” nella sua prima incursione nel genere, trattando Joker come uno studio sui personaggi degli anni ’70 ispirato a classici come One Flew Over the Cuckoo’s Nest e Taxi Driver.

“Non so che tipo di effetto avrà con gli altri registi. Penso che i film sui fumetti stiano andando davvero bene, e non hanno necessariamente bisogno di un cambiamento”, ha detto Phillips. “Abbiamo solo pensato che potesse essere un approccio entusiasmante a questo genere. Non sono sicuro di cosa significhi per la DC, o la Marvel, e se cambieranno il modo in cui fanno film.”

Convincere la Warner Bros. ad autorizzare l’approccio rated-R è stata una delle maggiori sfide nel portare l’iconico villain di Batman sullo schermo con un aspetto originale come quello di un Arthur Fleck mentalmente disturbato, interpretato da Joaquin Phoenix.

“So che è stato un film difficile per noi da realizzare, sopratutto nel convincere la DC e lo studio all’inizio, ma abbiamo continuato a spingere perché sentivamo che poteva essere davvero speciale”, ha detto Phillips. “E in tutta onestà, lo studio ha accettato di prendere un sentiero audace con il film e ci ha permesso di fare esattamente quello che volevamo, quindi siamo molto grati per questo.”

Fonte