Joss Whedon si apre e critica il cast di Justice League e il loro comportamento “sgarbato” durante le riprese

Joss Whedon si apre e critica il cast di Justice League e il loro comportamento “sgarbato” durante le riprese del film.

Il quinto capitolo del DC Extended Universe è stato il seguito di Batman v Superman: Dawn of Justice, dove il mondo vacillava dopo la morte di Superman. Sentendo che una nuova minaccia extraterrestre è all’orizzonte, Bruce Wayne e Diana Prince iniziano a reclutare una nuova squadra di supereroi per proteggere il mondo, contattando Barry Allen/The Flash, Arthur Curry/Aquaman e Victor Stone/Cyborg.

Ben Affleck ha guidato il cast di Justice League insieme alle star del DCEU Henry Cavill, Gal Gadot, Amy Adams, Connie Nielsen e Jeremy Irons e ha presentato Ezra Miller nei panni di The Flash, Jason Momoa nei panni di Aquaman e Ray Fisher nei panni di Cyborg dopo aver fatto brevi cameo in Batman v Superman. La produzione del film ha subito una grave battuta d’arresto a metà strada quando il co-sceneggiatore / regista originale Zack Snyder si è dimesso a causa di una combinazione di fattori, il suicidio di sua figlia e delle divergenze creative con la Warner sulla visione del film. Lo studio ha successivamente assunto il regista di The Avengers, Joss Whedon, per riscrivere e rigirare gran parte del film, portando il suo budget a 300 milioni di dollari.

Quasi cinque anni dopo che il film è uscito per la prima volta nelle sale, Joss Whedon ha parlato con NY Magazine (tramite l’utente Twitter Jumbled Beats) per discutere della travagliata produzione di Justice League.

Il regista, che è stato accusato da più star di molestie e comportamenti tossici sul set, ha criticato le star del film e il loro comportamento durante le riprese, affermando di non aver mai lavorato con “un gruppo di persone più sgarbato” e smentendo le accuse di Gal Gadot che aveva lasciato intendere il regista avesse minacciato di uccidere la sua carriera. Whedon ha anche criticato i fan di Snyder per aver messo Internet e i suoi ex attori contro di lui in nome del regista originale, e per i loro sforzi per ripristinare la visione originale del film.

“L’inizio di Internet mi ha sollevato, e l’Internet moderno mi ha abbattuto. La perfetta simmetria è qualcosa che non è perso per me.”

Stando a quanto riportato da queste pagine del NY Magazine, Joss Whedon ha rivelato che la Warner gli ha espressamente chiesto di “sistemare il film”, dopo che i sostenitori aziendali della major hanno giudicato lo script della pellicola di Snyder “senza gioia, per nessuno motivo evidente”. Il regista però considera ora quella scelta come una delle più sbagliate della sua vita.

All’inizio, i dirigenti dello studio hanno parlato a Whedon che il suo ruolo si sarebbe limitato a scrivere e dare consigli, ma presto divenne chiaro a Whedon stesso che avevano perso la fiducia nella visione di Snyder, e volevano che prendesse il pieno controllo. Sembra che un rappresentante della Warner Bros. abbia negato tutto questo. Snyder ha pubblicamente dichiarato di aver lasciato il progetto per trascorrere del tempo con la sua famiglia, quindi dopo l’insediamento di Whedon ci sono stati quasi 40 giorni di riprese aggiuntive. Fin dall’inizio, le cose erano tese tra lui e le stelle del film, in quanto non solo voleva imporre una visione completamente nuova al loro lavoro, ma ha portato sul set uno stile di gestione completamente diverso. Snyder dava agli attori una sorta di licenza con la sceneggiatura, incoraggiandoli a improvvisare. Whedon invece voleva che tutto filasse come l’aveva scritto.

E’ una cosa che non è andata bene a tutti i membri della crew“, ha detto Whedon, criticando poi il comportamento degli attori sil set. A quanto pare, alcuni attori hanno criticato la sua scrittura, ed una delle voci più insistenti circa lamentele a quanto pare era proprio quella di Gal Gadot. Secondo il regista, l’attrice israeliana aveva apertamente detto a lui che non capiva come funzionavano i film coi super-eroi. A un certo punto, Whedon ha interrotto le riprese e, secondo un membro della crew, ha annunciato che lui non aveva mai lavorato con “un gruppo di persone più sgarbate”. Su questi gli attori tacquero.

Gli attori, almeno alcuni di loro, sentivano che Whedon si era comportato in modo maleducato sul set. Sappiamo tutti delle dichiarazioni di Ray Fisher, quindi non c’è bisogno di ripeterle, ma l’articolo sembra suggerire che Snyder sul set trattasse l’attore come suo pari, come un compagno di scrittura, sollecitandolo a dare le proprie opinioni sul suo personaggio. Nella cut di Whedon, il ruolo di Cyborg è stato ridimensionato, vedendo molte scene tagliate, scene che, secondo Fisher, sfidavano gli stereotipi. Sembra che, quando Fisher al tempo ha contattato Whedon per parlargli proprio di questi cambiamenti, il regista abbia risposto:

“Mi sembra come se dovessi prendere appunti”, gli ha detto Whedon, secondo The Hollywood Reporter. “E non mi piace prendere appunti da nessuno, nemmeno da Robert Downey Jr.”

Neanche a Gadot è piaciuto lo stile di Whedon. L’anno scorso, ha detto ai giornalisti che Whedon l’ha “minacciata” e ha detto che lui avrebbe reso la sua “carriera un inferno”. Stando alle pagine del NY Magazine, Whedon stesso ha detto di non aver mai minacciato la giovane attrice, aggiungendo anche che “l’inglese non è la sua prima lingua”, lasciando intendere che forse l’attrice ha capito male.

Il regista ha ricordato di aver litigato su una scena che lei voleva tagliare. Le disse scherzosamente che avrebbe dovuto “passare sul suo cadavere”, facendo una battuta sul legarlo ai binari di un treno e passarci sopra, aggiungendo poi che alla fine crede lei abbia capito lui la volesse legare a dei binari del treno (Gadot non si è dimostrata d’accordo con la versione degli eventi di Whedon: “Ho capito perfettamente”, ha detto al NY Magazine in una e-mail.)

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: