Justice League: perché adesso è ora di rilasciare la Snyder Cut?

Dopo una lunga e sofferta campagna via Twitter e non solo volta a convincere la Warner a rilasciare la versione di Justice League di Zack Snyder, il supporto per il movimento sta raggiungendo nuovi livelli davvero impossibili da ignorare.

Già solo nella scorsa settimana, al secondo anniversario del movimento #ReleaseTheSnyderCut, una sfilata di registi e attori di alto profilo ha invitato lo studio a pubblicare la “Snyder Cut”, e l’hashtag ha generato centinaia di migliaia di tweet e retweet in sostegno. Con la nuova leadership della Warner mentre AT&T promuove i piani per l’azienda, e il servizio di streaming HBO Max che pronto ad arrivare, una versione originale di Justice League è ancora qualcosa che pare essere una leggenda piuttosto che una realtà. Purtroppo per i detrattori, non è così che stanno le cose, e in risposta al clamore, è ora che la Warner Bros. rilasci questo benedetto taglio.

Innanzitutto, chiariamo alcune cose: sì, la Snyder Cut esiste ed è in forma quasi terminata. Si, diverse persone l’hanno già vista. Si, ci sono state diverse modifiche tra la versione originale e quella di Whedon, anche se Snyder e la sua crew hanno continuato a lavorare al film e hanno creato una versione più completa; e sì, alcuni dei fan che vogliono vedere la Snyder Cut si sono davvero comportati male, nei confronti dello studio e di Joss Whedon, ma questo è un problema separato e non correlato al fatto che la Snyder Cut esista o meno, e se debba essere rilasciata.

La cosa che ci ha spesso sdubbiato è che pare sia in atto una vera e propria campagna sostenuta per convincere tutti che non esiste la Snyder Cut, con alcune persone che diffondono intenzionalmente false informazioni per fuorviare la stampa e il pubblico, mentre altre le diffondono perché sono state ingannate dai loro capi o da fonti fasulle.

Non è ben chiaro cosa spinge alcuni media e giornalisti a continuare a negare l’esistenza della Snyder Cut dopo una grande conferma, né perché alcuni di loro insistano sul fatto che occorrerebbero decine di milioni di dollari per completare la versione di Snyder. Mentre Warner potrebbe effettivamente spendere qualche soldo aggiuntivo per terminare alcune cose, o modificarne altre, la versione di Snyder potrebbe essere rilasciata così com’è senza spese aggiuntive e gli spettatori otterrebbero il film completo con il 90% in più di filmati, VFX e audio.

Insistere sul fatto che la Snyder Cut non esiste, o che si tratta di un’entità mitica la cui esistenza è improbabile, sono reazioni basate sull’ignoranza circa certe affermazioni della maggior parte delle persone che hanno lavorato a Justice League e che insistono sul fatto che sì, esiste. E’ sostenuta anche dal volontario atto di ignorare le persone che hanno visto il taglio del film. E si basa sull’ignorare tutti i filmati e le immagini che sono costantemente trapelate negli ultimi anni. Dire che non esiste o trattare la sua esistenza come una questione di dibattito, implica intrinsecamente che esiste una vasta cospirazione per ingannare tutti e far pensare che esista un film, allo scopo di…. cosa, esattamente? Qual è il presunto motivo per cui così tante persone fanno affermazioni false e generano immagini e filmati per un film apparentemente inesistente?

Se le opzioni sono di credere che esiste una grande cospirazione per farti pensare che un film esista quando non è così, o che uno studio ha nascosto un film alla vista dopo aver sostituito un regista in mezzo alla produzione per non mostrare carenza di leadership, quale di queste due sarebbero le più plausibili? La tua opinione personale sul film, i cineasti, i fan o lo studio sono irrilevanti qui – si tratta di verità e logica e se le persone sono disposte ad ammettere la realtà. Perché la realtà è che esiste una Snyder Cut e alla fine, inevitabilmente, verrà rilasciata, l’unica domanda è quando e dove.

Come Mark Hughes, ispirazione e fonte parziale per l’articolo, dico tutto questo come persona che inizialmente non credeva alla sua esistenza, poiché nei primi giorni di questa situazione pensavo esistessero fonti che lasciavano intendere esistessero solo una manciata di scene eliminate. A quel tempo, non c’erano molte informazioni che suggerivano l’esistenza di un taglio più completo (oltre a un taglio di montaggio), e quasi nessuno che avesse lavorato al film aveva parlato a tal proposito. La maggior parte del movimento per il rilascio della Snyder Cut era radicato nella fede e nei presupposti, che all’epoca erano in contraddizione con le prove fornite dai dietro le quinte, da quelli della stampa e dai blog semi-giornalistici come il nostro.

Ma anche allora, lo scetticismo era comunque affiancato dalla convinzione che esistesse un taglio più lungo, ma che fosse stato completato solo per circa il 50%. Si è pensato che sarebbero state necessarie molte ore di lavoro in più, è ovviamente molti soldi. La mia contestazione si metteva in contrapposizione coi fan che parlavano di un convinto “90% o più” o (come affermato sui social media da alcuni dei fan più rumorosi e più aggressivi in ​​quel momento) perfino un 99%. Basandomi sulle prove che avevo visto e la mancanza di altro all’epoca, credevo non fosse vero.

Ci sono state nuove voci lungo l’ultimo anno, tra cui nuove immagini, filmati, fonti con maggiori informazioni su ciò che è accaduto, una cronologia più accurata degli eventi durante la produzione di Justice League e rivelazioni che alcune persone nello studio sono state ingannate sulla vera natura della Snyder Cut – pare infatti che alcune persone inizialmente pensassero non esistesse anche se più tardi lasciarono intendere che avevano semplicemente ripetuto ciò che gli era stato detto di dire in quel momento. Di conseguenza, tutto è cambiato in merito alla comprensione della situazione.

Perché alla fine della banda c’è da riflettere su una cosa. Sono sempre stato un sostenitore della visione di Zack Snyder sin da Man of Steel, così come del suo stile sin da 300 e Watchmen. Mi avete sentito, avete letto i miei lunghi commenti a sostegno di Batman V Superman: Dawn of Justice e di Wonder Woman (dove l’influenza Snyder ancora si sentiva), e infine, anche se i risultati negli ultimi anni non sono stati pessimi, mi sono sempre opposto al concetto che Snyder avesse rovinato la DC al cinema (semmai resa sua personale), o che “dovesse” farsi da parte e lasciare la direzione del franchise a qualcun’altro. Come ho sempre detto, magari non sarà un regista perfetto, ed è spesso impreciso sulle regole della messa in scena, ma ha cuore, uno stile unico e irripetibile, ha naso per attori carismatici seppur non proprio perfetti inizialmente in merito alle loro capacità recitative (e farli sbocciare), e sopratutto ha le abilità per ricoprire il ruolo di produttore di un franchise in quanto è lungimirante.

Per questo Justice League sarebbe dovuta uscire nel modo in cui lui avrebbe voluto, con il montaggio rispettoso dei concept che aveva creato, ed è ora che la Warner capisca che se la DC si vuol assestare al cinema in maniera originale rispetto ai concorrenti, e proprio così che deve mostrarsi – dopotutto Joker ha giocato con temi più oscuri e un’identità autoriale, ed ha vinto sopratutto per questo.

I tempi sono maturi per il rilascio della Snyder Cut, ed HBO Max trarrebbe beneficio dallo streaming esclusivo della versione di Justice League di Snyder, fornendo contenuti non disponibili altrove e attraendo un pubblico considerevole che si iscriverebbe a HBO Max solo per ottenere l’accesso alla Snyder Cut.

L’amministratore delegato della Warner, Ann Sarnoff, potrebbe usarlo come ramo d’ulivo da consegnare ai fan che sono rimasti sconvolti dalla gestione della precedente visione del marchio targato DC, e ovviamente anche a Zack Snyder stesso, che prima del caos generato da questi film poppava dalle grazie della Warner quasi continuativamente. Il beneficio che la Warner potrebbe trarne è davvero ingente, e probabilmente qualsiasi risentimento dei fan verso la major potrebbe dissolversi per ricadere solamente sull’amministrazione passata.

Se il taglio di Snyder fosse davvero superiore al taglio teatrale di Justice League, allora non solo merita di essere visto, ma genererebbe anche positività e felicità tra i fan della DC, oltre a fornire una chiusura alla precedente iterazione del DCEU. Genererebbe ovviamente anche entrate dal mercato home-video dopo una prima versione per HBO Max. Se semplicemente la Warner pensasse davvero in grande invece di volersi crogiolare nella zona di conforto potrebbe anche creare un’esclusiva uscita cinematografica, di poche settimane o giorni, per creare ulteriore copertura promozionale e entrate. E se, d’altra parte, la Snyder Cut si rivelasse insoddisfacente, inferiore o semplicemente uguale alla versione teatrale di Justice League, allora non ci sarebbe davvero nessun aspetto negativo per lo studio. Il film è già fallito, e l’attenzione adesso è rivolta ad altri lidi in seno alla DC, inoltre potrebbe comunque venir utilizzato come un nuovo aspetto della DC cinematografica, introducendo il multi-verso e concependo il DCEU di Snyder come un universo a parte.