Justice League: Zack Snyder avrebbe confermato la teoria su Flash e il ruolo di Lois Lane

Justice League è un argomento su cui alcuni fan dei fumetti saranno sempre pronti a saperne di più.

Zack Snyder ha risposto a una domanda online sulla trama del film e sui suoi piani originali per il sequel online. La storia racconta che Snyder voleva che Barry Allen tornasse indietro nel tempo per salvare la squadra. Dopo che Cyborg non riesce a fermare l’Unità, il velocista gli sferra un altro colpo. Usa la forza della velocità per mandare l’eroe robotico nel cuore delle Scatole Madri per fermarle dall’interno.

Ciò sarebbe apparso diversamente ai fan rispetto alla versione rilasciata. Alcuni continuano a sperare che la leggendaria Snyder Cut vedrà un rilascio ed HBO Max è il nuovo bersaglio delle speranze dei fan.

Alla domanda su come sarebbe andata, ecco come ha reagito Snyder: “Questa è una buona domanda,” iniziò Snyder, spingendo il pubblico a ridere. Snyder si rivolse alla “minoranza” a cui non piaceva Batman V Superman e l’effetto che ebbe su Justice League riguardo alle interferenze da parte dello studio.

“L’originale Justice League che Chris Terrio e io abbiamo scritto, non l’abbiamo nemmeno girato. L’idea reale, l’idea dura, difficile, l’idea spaventosa, non l’abbiamo mai girata perché lo studio era tipo: ‘E’ da pazzi’.”. Snyder poi ha continuato, aggiungendo che lui e i suoi collaboratori erano insicuri a causa della reazione a Batman V Superman.”

Qui sotto il tweet:

“È una lunga storia”, ha aggiunto Snyder. “La verità è che la sequenza incubo in questo film è sempre stata una mia idea e tutto alla fine sarebbe stato spiegato… e saremmo finiti in un futuro lontano, dove Darkseid ha conquistato la Terra e dove Superman ha ceduto all’equazione Anti-Vita. C’erano alcuni membri della Justice League sopravvissuti in quel mondo, che stavano combattendo. Batman avrebbe rotto un patto con Cyborg perché era successo qualcosa. Stavano lavorando su un’equazione per far viaggiare indietro nel tempo Flash e dire a Bruce…”

Inoltre, il regista avrebbe menzionato anche la scena post-crediti scartata che avrebbe posto le basi per il vero piano di Darkseid. L’anticipazione che non era presente all’interno di Justice League, a quanto pare, vedeva Bruce dire a Diana questa battuta: “Ero proprio qui quando Barry Allen è venuto da me e ha detto che Lois Lane è la chiave”, e lei gli avrebbe risposto: “Lo è, per Superman. Ogni cuore ne ha una”. Al che lui avrebbe detto: “Penso che sia qualcosa di più, qualcosa di più oscuro”. La morte di Lois avrebbe quindi portato Superman a cedere all’equazione anti-vita.

Fonte

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: