Kenneth Branagh ammette che al tempo non si sentiva pronto a tornare nel sequel di Thor

Il regista di Thor, Kenneth Branagh, ammette che “non era pronto” per tornare nel sequel, Thor: The Dark World del 2013, dopo aver trascorso tre anni col blockbuster del 2011 che ha lanciato il franchise dei Marvel Studios.

Leggi anche: Kenneth Branagh parla del cameo in Avengers: Infinity War e della sua esperienza con la Marvel

Quando la Marvel settò Thor 2 per l’estate del 2013, senza Branagh, la cui uscita è stato riferito di essere “reciproca e amichevole”, lo studio considerò il regista Brian Kirk per la sostituzione.

A ottobre del 2011, si venne a sapere che la futura regista di Wonder Woman, Patty Jenkins, avrebbe dovuto dirigere il sequel, ma lasciò per “divergenze creative” recentemente spiegate.

“A volte queste storie mi piace pianificarle come trilogie, ma in questo mondo è molto più difficile farlo perché la posta in gioco è così alta che devi davvero vedere come va il primo film”, ha detto Branagh a Collider. “Quando il primo fu finito, sostanzialmente erano passati tre anni fantastici della mia vita, ma dovevo ricaricarmi con qualcos’altro. Ero troppo vicino emotivamente a quello, quindi non avrei mai più detto mai perché ha cambiato la mia vita, ha cambiato la mia carriera e ne sono profondamente grato.”

Branagh ha aggiunto che “non era pronto per dirigerne altro” film della Marvel, ma ha notato che gli sarebbe piaciuto pianificare una narrazione più ampia per una trilogia, o magari dirigere qualcos’altro. Non è ancora successo, ma forse lo farà.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: