Kenneth Branagh ricorda quando diresse il primo Thor

Con l’uscita di Thor: Ragnarok la trilogia del noto personaggio interpretato da Chris Hemsworth è arrivata alla sua conclusione, e ricordiamo tutti come cominciò. Kenneth Branagh fu uno dei primi registi a dirigere un film Marvel Studios, in quanto il suo Thor è effettivamente della fase 1 del Marvel Cinematic Universe. In quegli anni l’universo condiviso fatto di cinecomic era ancora una sorta di scommessa. Aveva esordito alla grande con Iron Man, diretto da Jon Favreau, tanto che il secondo capitolo fun inserito proprio nella fase 1, a differenza di quello degli altri super-eroi, ma comunque nessuno poteva immaginare fino a che punto si sarebbe strutturato.

Il regista britannico ha risposto ad alcune domande in una recente intervista in cui ha parlato proprio del suo cinecomic. Per primo ha esordito parlando di Thor: Ragnarok:

“Certamente andrò a vedere Thor [Ragnarok], e m’importa farlo. Sono eccitato dal fatto che ne abbiano fatto un terzo e adoro il regista.”

Parlando della gestazione iniziale del Marvel Cinematic Universe ha rivelato se o come ci fosse stata una sorta di “pressione” riguardo al realizzare Thor:

“E’ stato un po un ‘la va o la spacca’ prima di Captain America e dopo ci siamo resi conto che era andata bene. Realizzammo Iron Man 2 e Avengers e poi tutto andò a posto, ma chiunque fosse coinvolto nel progetto sa che è stato un periodo di forte tensione.”

Questo lascia intendere che potesse esserci un vero richio di fallimento dell’intero progetto espanso se Thor avesse fallito, ed a tal proposito Branagh ha detto:

“E’ certamente come ci siamo sentiti. Non è un segreto che Kevin Feige mi dicesse ‘questa è la sfida più difficile per noi, far funzionare il film ed inserirlo in questo universo più ampio’. Infatti, credo che Thor e la performance di Chris Hemsworth, sia diventata una parte fondamentale del tutto.”

Branagh ha poi terminato riprendendo a lodare Hemsworth e il regista di Ragnarok, Taika Waititi, dicendo:

“[Chris Hemsworth] era sempre, sempre divertente. Sempre divertente. Ma abbiamo cercato anche di ancorare qualche dramma familiare nel primo, e cercare di riportare sulla terra la mitologia di un pesce fuori dall’acqua. Quindi credo che abbiamo preparato molti terreno che potevano battere per sviluppare la storia. Sono davvero impaziente di vedere cosa Taika ha fatto. Sono molto contento che non tentino di fare il solito film ogni volta. Stanno diventando coraggiosi.”

Con il suo quantitativo di azione fuori dalle righe e colori, non ci sono dubbi che Thor: Ragnarok è tutto un altro mondo rispetto al Thor di Kenneth Branagh, che è stato molto più tradizionale, mostrando la origin story di un dio bandito sulla Terra.


[amazon_link asins=’B00EYJC1QE,B00EYJC1V4,B00HUANHH6,B01N957OAT,B00TERRPKS,B00R2DDJEC,B00ND5ZITC’ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’edd327a9-b532-11e7-b43f-0feb827627c7′]


In Thor: Ragnarok vediamo il dio del tuono senza il suo potente martello, confinato dall’altro lato dell’universo alle prese con una battaglia contro il tempo per fare ritorno ad Asgard e fermare il Ragnarok, l’apocalisse norrena, che la malvagia Hela ha innescato con la conseguente fine del suo pianeta e della potente civiltà asgardiana. Thor si troverà quindi ad affrontare un lungo tragitto fino al ritrovarsi nell’arena dei gladiatori che lo porterà ad incontrarsi col compagno vendicatore, Hulk.

Thor: Ragnarok uscirà il 25 ottobre del 2017, con Taika Waititi alla regia su una sceneggiatura di Christopher Yost e Craig Kyle.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: