La famiglia di Bruce Willis ha annunciato che l’attore si ritirerà dalle scene per via dell’afasia

La famiglia di Bruce Willis ha annunciato che l’attore si ritirerà dalla professione dopo che gli è stata diagnosticata l’afasia, un disturbo del linguaggio causato da un danno cerebrale che colpisce la capacità di comunicare di una persona.

I membri della famiglia di Willis hanno pubblicato una dichiarazione congiunta sui social media in cui annunciavano il ritiro dell’attore.

“Agli straordinari sostenitori di Bruce, come famiglia volevamo condividere che il nostro amato Bruce ha avuto alcuni problemi di salute e gli è stata recentemente diagnosticata l’afasia, che sta influenzando le sue capacità cognitive”, si legge nella dichiarazione. “Di conseguenza, e con molta considerazione, Bruce si sta allontanando dalla carriera che ha significato così tanto per lui. Questo è un momento davvero impegnativo per la nostra famiglia e apprezziamo molto il vostro continuo amore, compassione e supporto. Stiamo attraversando questo come una famiglia e volevamo coinvolgere i suoi fan perché sappiamo quanto lui significhi per voi. Come dice sempre Bruce: ‘Live it up’ e insieme abbiamo in programma di fare proprio questo.”

La carriera di attore di Willis è iniziata nei primi anni ’80 con ruoli non accreditati in film come “The Verdict” di Sidney Lumet. La sua carriera è esplosa più avanti in quel decennio grazie al suo ruolo da protagonista al fianco di Cybill Shepherd nella serie della ABC “Moonlighting” e alla sua interpretazione di John McClane nel film d’azione del 1988 “Die Hard”, che ha regalato a Willis il suo primo grande franchise cinematografico.

Durante i suoi quattro decenni di carriera di attore, i film di Willis hanno incassato oltre 5 miliardi di dollari in tutto il mondo. È stato nominato per cinque Golden Globe (vincendone uno per “Moonlighting”) e tre Emmy (vincendone uno per “Moonlighting” e un altro per il suo ruolo da ospite in “Friends”).

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: