L’autrice del romanzo de L’Ascesa di Skywalker parla del “momento Rey Skywalker”

L’autrice del romanzo di L’Ascesa di Skywalker afferma che la decisione di Rey di assumere il cognome Skywalker rappresenta la vittoria finale su Palpatine.

Leggi anche: la spiegazione di come Palpatine è sopravvissuto ne Il Ritorno dello Jedi

Nella scena finale di Episodio IX, Rey visita Tatooine e seppellisce le spade laser di Luke e Leia. Una passante le chiede chi sia e, dopo un momento di contemplazione aiutata dalla presenza dei fantasmi della Forza di Luke e Leia, dice che è Rey Skywalker. Questo porta a termine il viaggio di Rey in Star Wars , dove è passata da nessuno a Jakku per scoprire di essere in realtà la discendente del malvagio imperatore Palpatine.

Quella scena particolare è stata accolta con reazioni contrastanti, similmente a come è stato accolto in generale L’Ascesa di Skywalker. Come i precedenti film della trilogia sequel, L’Ascesa di Skywalker ha ricevuto una reazione polarizzante tra i fan al momento della sua uscita, e questo non è cambiato nei mesi seguenti. Quando si tratta del “momento Rey Skywalker“, alcuni si sono dimostrati entusiasti, mentre altri hanno pensato che non fosse necessario.

Nonostante le reazioni contrastanti, la Disney ha mantenuto la scena come parte importante del marketing per l’uscita home-video del film.

Rae Carson, l’autrice del romanzo, ha riflettuto sul quel momento finale. In un’intervista con StarWars.com, Carson è stata interrogata sul fatto che Rey abbia preso il nome Skywalker per conto proprio e su come questo influisce sul suo viaggio nel corso della trilogia. Mentre Carson ha riconosciuto il contraccolpo che il momento ha ricevuto, la sua interpretazione di Rey Skywalker è stata in definitiva positiva quando ha spiegato che dà “agli Skywalker la loro vittoria finale”.

“Quando avevo 18 anni, ho assunto il cognome del mio patrigno per onorare i legami d’amore e fiducia tra di noi. Immagino che sia stato lo stesso per Rey, che voleva onorare la famiglia che aveva scelto.

Riconosco che la decisione di Rey si è rivelata controversa e non vedo l’ora di discuterne con i fan per gli anni a venire. Ma la mia opinione attuale è questa: l’intera saga di Skywalker parla di Palpatine che pianifica o cerca di trasformare uno Skywalker in un cavaliere del lato oscuro. Spera in particolare che Rey si dimostrerà un veicolo degni per il suo potere e la sua ambizione, diventando così l’ultimo tassello degli Skywalker a cadere. Ma nonostante tutti i suoi sforzi nel corso di tre generazioni, fallisce. Rey rifiuta tutto ciò che la riguarda e assume il mantello e l’eredità degli Skywalker. Alla fine, è un membro della famiglia Palpatine che si volta verso la luce, consegnando così agli Skywalker la loro vittoria finale.”

Dalla sua uscita, il romanzo di L’Ascesa di Skywalker ha portato ad alcune intense conversazioni su determinate scelte narrative. In particolare, il romanzo ha rivelato che il padre di Rey, invece di essere semplicemente il figlio di Palpatine, era in realtà un clone fallito. Questa nuova aggiunta alla trama sembrava esemplificare i problemi di alcune persone con Episodio IX, fornendo spiegazioni insoddisfacenti o inesistenti per determinati punti della trama.

Mentre alcune persone sono ancora arrabbiate per il film, ci sono alcuni a cui è piaciuto l’ultimo capitolo della della saga degli Skywalker. Star Wars sarà sempre una proprietà che ispira conversazioni accese grazie alla sua fan-base, e ci saranno sempre opinioni diverse. I fan probabilmente discuteranno di Rey Skywalker per gli anni a venire, e ci sono sicuramente alcuni che condividono l’opinione di Carson sul significato di quel momento.

Però, anche se si potrebbe pensare che l’opinione di nessuno sia valida, specialmente quando si tratta di Star Wars, non è così, sopratutto quando gli sviluppi narrativi sono così chiari come lo sono diventati ne Gli Ultimi Jedi.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: