Le altre serie Marvel su Netflix sono a rischio?

I fan del Marvel Cinematic Universe si stanno ancora divertendo con la stagione 3 di Daredevil, ed al contempo si stanno riprendendo dal doppio annuncio che sia Luke Cage che Iron Fist sono stati cancellati, senza piani per il momento circa una terza stagione.

Mentre alcuni fan della Marvel sperano che Luke Cage e Iron Fist tornino con Heroes for Hire, ci sono un sacco di altri fan che vedono questo come l’inizio della fine per l’universo Marvel Netflix, nel suo complesso. Ora un nuovo rapporto aggiungerà benzina ai fuoco della speculazione secondo cui la collaborazione Marvel/Netflix è arrivata alla frutta, in quanto afferma che ci sono più spettacoli Marvel Netflix sul ceppo del tagliagole.

Business Insider ha affermato infatti di avere lo scoop sulle statistiche che rivelano la logica di Netflix nell’annullare Luke Cage e Iron Fist – e perché altre serie stanno per cadere sotto quella scure.

  • “I dati di Crimson Hexagon forniti a Business Insider mostrano che il buzz dei social media per gli show Marvel di Netflix è diminuito drasticamente nel tempo.
  • “Netflix ha improvvisamente cancellato Luke Cage ed Iron Fist questo mese, e i dati suggeriscono che Daredevil e Jessica Jones potrebbero anche essere nei guai.”
  • “I post su Twitter e Instagram sono diminuiti in modo significativo dopo ogni prima stagione”.

I numeri reali lasciano trasparire che La 1° stagione di Luke Cage ha registrato 300.000 impressioni sui social media nella sua anteprima. mentre la seconda stagione ha generato solo 50.000 impressioni. La prima stagione di Iron Fist è arrivata per 120 milioni di impressioni sui social media, e la seconda solo 20.000. La stagione 1 di Jessica Jones ha generato 300.000 impressioni, mentre la stagione 2 è arrivata a circa la metà. La stagione 1 di Daredevil ha generato 275.000 impressioni, la seconda stagione ha avuto una buona retrocessione di 200.000, e la nuova stagione ha avuto 75.000 impressioni in ottobre, con un totale più elevato previsto entro la fine del mese.

Senza alcun numero effettivo di spettatori Netflix, queste tendenze nelle impressioni sui social media sono praticamente tutto ciò che viene riportato come una sorta di “dato auditel”. Mentre i numeri raccontano sicuramente una storia di rendimenti decrescenti per gli show Marvel/Netflix, c’è un certo spazio per il dibattito quando si tratta di valutare il motivo per cui quelle cifre saltano fuori in quel modo.

Per prima cosa, la natura delle impressioni sui social media deve essere considerata. Tutte e quattro le serie Marvel/Netflix, compresa The Defenders, sono state delle novità quando sono state pubblicate per la prima volta, ed il fandom ha avuto modo di celebrare la cosa speculando ed immaginando il futuro. Nella seconda stagione la novità è svanita, il che ha significato meno “buzz” sui social media, ma ha comunque racchiuso una solida parte del pubblico affezionato.

La circostanza potrebbe anche giocare un ruolo importante: le seconde stagioni di Iron Fist, Luke Cage e Jessica Jones sono state tutte intense e ricche d’esplorazione profonde per i personaggi, e si sono concentrate pesantemente sugli eroi stessi. Sebbene ciò sia positivo da una prospettiva di storytelling della seconda stagione, la mancanza di alcuni grandi cattivi Marvel, o cammeo che rimandavano a crossover in ogni show, ha spento un po’ l’entusiasmo che fornisce l’incentivo ai fan per discutere e pubblicizzare ai contatti sui social media.

La stagione 2 di Daredevil è arrivata con il vantaggio star facendo debuttare Elektra e Punisher nell’UCM, il che era un motivo in più per i fan di essere entusiasti e discutere della nuova stagione sui social media. La stagione 3 di Daredevil sta riportando indietro il cattivo di fan-favourite Wilson Fisk (Vincent D’Onofrio), ed ha introdotto Bullseye, quindi anche in questo modo ha generato buzz.

Come nota la relazione di Business Insider, il coinvolgimento in tutti e quattro i programmi Marvel/Netflix è rimasto forte, con Daredevil a guidare il gruppo. Ciò suggerisce che non sono solo le statistiche social ad influenzare queste grandi decisioni, quindi forse alcune di quelle voci sulle differenze creative e simili sono adesso un po’ più reali.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: