Letitia Wright dice che è “solo questione di tempo” prima che arrivi un “Avengers al femminile”

La morte di Chadwick Boseman ad agosto ha complicato i piani dei Marvel Studios per il futuro del suo franchise, Black Panther.

Il sequel di Ryan Coogler del film campione d’incassi del 2018 doveva arrivare nelle sale nel maggio del 2022, ma il regista si trova adesso di fronte alla difficile domanda se rifondere il ruolo del re ed eroe del Wakanda, T’Challa, con un nuovo attore – trovare un nuovo personaggio o dare l’onore della Pantera a qualcun altro?

Ovviamente, il candidato più probabile per quell’onore è la Shuri di Letitia Wright, sorella di T’Challa e la risposta immaginaria della nazione africana a Tony Stark. Questo è il percorso che Twitter ha ampiamente abbracciato.

Quei sentimenti dimostrano come Shuri abbia assunto una vita propria nei due anni trascorsi da quando Black Panther è uscito nei cinema.

Parlando con Yahoo Entertainment del suo ruolo nella prossima serie antologica di Amazon, Small Axe, Wright ha descritto quanto sia stata commossa nel vedere il suo alter ego diventare un’icona per le donne di tutto il mondo.

“È sempre stato un mio sogno interpretare qualcuno che potesse avere un impatto non solo per le donne di colore, ma anche per le donne di tutto il mondo e per i giovani. Essere in grado di avere una combinazione di persone e membri del pubblico che sono così entusiasti e riconoscenti per Shuri è una bella sensazione. Mi sento come se avessi contribuito a qualcosa di positivo nel mondo.”

Sulla base della sua popolarità, non è un caso che Shuri sia stata al centro di una delle sequenze più chiacchierate di Avengers: Endgame, quando le molte eroine della Marvel si sono riunite in un tableau eroico spalleggiando Carol Danvers. Quella scena ha spinto la richiesta per un film di Avengers tutto al femminile per il quale la stessa Wright ha fatto una campagna, e i dirigenti chiave dei Marvel Studios come Victoria Alonso e Kevin Feige hanno sostenuto la cosa.

“Non penso che dobbiamo lottare per questo”, dice di come quella proposta di squadra si sta sviluppando. “Victoria Alonso è molto decisa nel guidarla, insieme a Kevin. È solo questione di tempo prima che lo facciano.”

Alla domanda su quale sarebbe la formazione dei suoi sogni per il film, Wright chiarisce che sta pensando in grande, a cominciare dai suoi co-protagonisti di Black Panther, Danai Gurira, Lupita Nyong’o e Angela Basset aka “Mama Angela”. Anche la Valchiria di Tessa Thompson è nel mix, così come l’eroina più potente del Marvel Cinematic Universe, la Captain Marvel di Brie Larson, entrambi presenti in quella scena di Endgame insieme a Shuri.

Sicuramente devo avere Captain Marvel“, dice Wright. Con Shuri e Captain Marvel fianco a fianco, un film di Avengers tutto al femminile volerebbe assolutamente più in alto, ancora più veloce, in cima alle classifiche e nel botteghino.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: