Loki: Sophia Di Martino a proposito di Sylvie e del finale di stagione

Ti capita mai di finire un compito su cui hai lavorato per molto tempo e poi non senti assolutamente niente al completamento? Non è la migliore sensazione del mondo, ed è quello che Sylvie sta attraversando dopo gli eventi della serie Marvel Studios, Loki.

Quando incontriamo per la prima volta la variante Loki, lei è determinata a sconfiggere la Time Variance Authority e fermare chiunque ci sia dietro. L’ultima volta che la vediamo, nel finale, sprofonda nel pavimento dopo aver ucciso Colui Che Rimane con la realizzazione che non è stato appagante come aveva sperato.

Sebbene Sylvie sia stata presentata nel primissimo episodio della serie, gli spettatori non l’hanno conosciuta davvero fino a quando non è stata svelata alla fine dell’episodio 2. Anche se si è aperta, è rimasta protetta dietro i muri che ha innalzato per proteggersi, sia dai combattimenti fisici che dai sentimenti. Lentamente, quei muri iniziano a cadere mentre lei si avvicina a Loki, ma quei sentimenti non possono fermare Sylvie dalla sua missione. Vuole vendetta, a qualunque costo, e non permetterà a nessuno di ostacolarla.

Nell’episodio 6, Loki e Sylvie arrivano alla Cittadella alla Fine del Tempo e vengono accolti da Colui Che Rimane che si rivela essere il burattinaio della TVA e il suo creatore, Kang. Il personaggio ha una proposta per loro due: rilevare la TVA e gestirla assieme. Loki sembra influenzato dal ragionamento di Colui che Rimane, ma Sylvie non gli crede. Dopo un combattimento che culmina in un bacio appassionato tra Loki e Sylvie, sembra che abbiano raggiunto un compromesso, finché Sylvie non spinge Loki attraverso una Porta del Tempo con il TimePad di Colui che Rimane.

“È stata in missione per tutta la vita, per arrivare a chiunque ci sia dietro la TVA”, dice Sophia Di Martino a Marvel.com. “La rabbia che aveva da bambina è cresciuta per tutta la sua vita, fino a questo punto, dove la persona che l’ha provocata, ai suoi occhi, è in piedi proprio di fronte a lei. Pensa che ucciderlo la farà sentire meglio. Quel sentimento in quel momento è più forte di qualsiasi altro sentimento che prova per Loki.”

È una svolta scioccante, ma anche una a cui si sta preparando da un po’. Sylvie e Loki affermano di fidarsi l’uno dell’altro, ma lo fanno davvero? Lo stesso Loki sottolinea che Sylvie non può fidarsi, e non ci si può fidare di lui, mettendo loro due in una situazione difficile.

“È un bel problema. Funziona anche in entrambi i modi. Forse Loki non può fidarsi come Sylvie. Se non puoi fidarti di qualcuno, allora possono fidarsi di loro due? Niente funziona se non c’è fiducia.”

La loro relazione infatti si interrompe. Dandogli un assaggio della sua stessa malizia, è Sylvie che tradisce Loki all’ultimo secondo con la sua decisione di rimuoverlo dal confronto con Colui che Rimane.

“Le dice qualcosa di veramente carino prima che si bacino”, ricorda Di Martino. “Loki fondamentalmente dice: ‘Ho sempre ferito tutti quelli a cui sono sempre stato vicino. Sono una persona orribile, ma mi hai cambiato perché ci tengo a te e voglio che tu stia bene’. E per qualcuno che dice: ‘Voglio che tu stia bene’, è una cosa così bella da sentire, specialmente per qualcuno che è spezzato come Sylvie. Le si spezza un po’ il cuore perché anche lei vuole il suo bene.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: