Luc Besson vs. Cinecomics: “non ne posso più di di questa propaganda”

Si è rivelato molto duro il giudizio del grande regista Luc Besson sull’ingente numero di cinecomics made in USA che stanno invadendo il cinema dal 2008 a questa parte. In una recente intervista con Cine Pop il caro Besson non si è risparmiato nel dichiarare come si senta esausto dei film di super-eroi sul grande schermo, scagliandosi particolarmente contro il franchise di Captain America e i super-eroi a stelle e strisce.

A detta del regista questi film esprimono un certo tipo di propaganda che ha stufato:

“Non ne posso più. Davvero. Voglio dire sono stati grandi dieci anni fa, quando per la prima volta vedemmo Spider-man e Ironman. Adesso siamo al cinque, sei, sett… C’è dei supereroi che lavorano con altri supereori, ma non fanno parte della stessa famiglia. Mi sento confuso. Ma quello che mi infastidisce di più è che esprime sempre la supremazia dell’America, e quanto grande sia. Intendo, quale altro paese nel mondo chiamerebbe un film ‘Captain Brasile‘ o ‘Captain Francia‘? Nessuno. Ci sentiremmo in imbarazzo e diremmo ‘no, no, non possiamo farlo‘. Loro possono. L’hanno chiamato Captain America [ride] e tutti pensano che sia normale. Non sono qui per fare propaganda, sono qui per raccontare una storia.”

Valerian e la Città dei Mille Pianeti è attualmente in corsa al box-office internazionale, mentre in Italia uscirà a settembre. Per adesso il sci-fi movie di Luc Besson si è assestato con un incasso attorno ai 37 milioni di dollari con un risultato estero di 51 milioni, per un totale di 88 milioni al fronte di 177 di budget.