Luke Skywalker dona la sua opinione sui midi-chlorian in Secrets of the Jedi

Star Wars ha usato Luke Skywalker per descrivere ufficialmente irrilevanti i midi-chlorian.

Leggi anche: JJ Abrams rivela che George Lucas adora l’idea dei Midi-Chlorian

La trilogia originale descriveva la Forza in termini puramente mistici, ma la trilogia prequel ha aggiunto una nuova dimensione pseudo-scientifica ad essa. Come sappiamo, ha introdotto il concetto di midi-chlorian, microscopiche forme di vita che esistono in tutti gli esseri viventi e permettono agli ospiti di comunicare con la Forza.

George Lucas ha giocato con l’idea dei midi-chlorian per decenni. Nel 1977, fresco del successo del primo film di Star Wars, Lucas iniziò a costruire una galassia più ampia. Lo ha fatto, in parte, attraverso resoconti di personaggi nell’universo dettati da C-3PO: “Si dice che alcune creature siano nate con una consapevolezza della Forza superiore rispetto agli umani“, ha spiegato il noto droide protocollare in una sezione su cosa significhi essere potenti nella Forza. “I loro cervelli sono diversi; hanno più midi-chlorian nelle loro cellule“.

Tuttavia, per quanto tempo Lucas avesse preso in considerazione l’idea di introdurre i midi-chlorian in Star Wars, questi si sono dimostrati incredibilmente divisivi. I fan si sono opposti a ciò che hanno visto come un tentativo di de-spiritualizzare del franchise.

L’era Disney ha fatto un buon lavoro nel riscattare la trilogia prequel di Star Wars, ma finora hanno completamente evitato di parlare di midi-chlorian. Secrets of the Jedi ha sembrato tracciare una linea sotto di essi; è presumibilmente scritto da Luke Skywalker, completato poco prima della sua morte in Star Wars: Gli Ultimi Jedi. In una sezione, Luke menziona i midi-chlorian e come li considera irrilevanti.

“Durante il periodo della Repubblica Galattica, i Jedi hanno usato la scienza per spiegare perché alcuni di noi sentono la Forza più di altri. I potenziali giovani sono stati testati dall’Ordine Jedi nella ricerca dei midi-chlorian, microscopiche forme di vita che risiedono in tutte le cellule viventi che impartiscono la volontà della Forza ai loro ospiti. Quelli con un numero più alto di midi-chlorian sono stati in grado di ascoltare la volontà della Forza più chiaramente di altri. Personalmente, non sono mai stato uno che si preoccupava di come la Forza ti sussurrasse nell’orecchio. Tutto ciò che conta per me è che lo fa ancora.”

In Star Wars: Episodio I – La Minaccia Fantasma, i midi-chlorian servivano a uno scopo semplice; erano stati creati per dare un’idea di quanto potente potesse essere Anakin Skywalker, perché il suo conteggio di midi-chlorian era più alto di chiunque altro al di fuori del Maestro Yoda. Il concetto è stato nuovamente citato in Star Wars: Episodio III – La Vendetta dei Sith, con Palpatine che si riferiva al suo maestro Darth Plagueis, che era stato in grado di manipolare i midi-chlorian per creare la vita stessa. Questo era inteso come il massimo esempio della perversione della Forza da parte dei Sith.

Le osservazioni sprezzanti di Luke Skywalker sembrano parlare per la Lucasfilm nel suo insieme. Lo studio non ha mostrato alcun interesse nello sviluppo dell’idea dei midi-chlorian, sia nei film stessi che nei tie-in. Come Luke, hanno concluso che non hanno bisogno di esplorarli e spogliare la Forza del suo mistero. Non importa come funziona la Forza; tutto ciò che conta è che funziona.

Secrets of the Jedi sembra essere l’ultima parola su questo aspetto della trilogia prequel – e, in verità, è probabilmente per il meglio secondo molti.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: