L’Uomo Invisibile: Blumhouse e Universal co-produrranno il reboot

Il regista di Upgrade, Leigh Whannell, ha firmato per dirigere un reboot de L’Uomo Invisibile, stando a quanto riportato da Variety. Il progetto riunirà Whannell con Jason Blum, che produrrà il film della Universal Pictures attraverso la sua casa produttrice, la Blumhouse.

La mossa è parte di una nuova strategia per le proprietà dei mostri della Universal, che portano registi creativi con visioni distintive ai personaggi classici. E si pone come nuovo tassello dopo il deludente risultato de La Mummia.

Whannell, co-produttore, ha lavorato in precedenza con Blumhouse Productions in film di successo come Insidious: The Last Key e Upgrade. Johnny Depp era precedentemente associato al personaggio, ma fonti dicono che non apparirà in questo film. Potrebbe essere presente in un altro dei progetti coi mostri in via di sviluppo, secondo le fonti.

Universal ha presentato l’idea di un universo interconnesso e sta rivalutando il progetto per mantenere rilevanti i personaggi per una nuova generazione. Alcune fonti lasciano intendere che la Universal si impegnerà a creare progetti avvincenti ed ispirati con una visione unica del regista, basati su personaggi del vasto patrimonio dei mostri dello studio.

“Nel corso della storia del cinema, i classici mostri di Universal sono stati reinventati da ogni nuovo regista che ha dato vita a questi personaggi”, ha dichiarato Peter Cramer, presidente della Universal. “Siamo entusiasti di adottare un approccio più individualizzato per il loro ritorno sullo schermo, guidato da creatori che possono creare storie in cui mettere passione.”

La decisione arriva dopo che La Mummia non è stata all’altezza delle aspettative al botteghino, il che ha portato lo studio a riconsiderare la strategia per i restanti personaggi, tra cui Frankenstein e Dracula.

Siamo sicuri che lo studio, attraverso questo nuovo approccio, sarà in grado dare i personaggi a registi ispirati. Gli esperti affermano che Universal ha incontrato numerosi registi di spicco per varie proprietà, e L’Uomo Invisibile è uno di quei nuovi progetti. L’assunzione di Whannell non significa necessariamente che questo sarà il prossimo film dei mostri che verrà messo in produzione, dato che pare ci siano altri progetti legati ad altri personaggi in cantiere.

A quanto pare, stando sempre al sito, i titoli in arrivo per la nuova strategia della Universal saranno radicati nell’horror, senza restrizioni sul budget, sul tono o sulla valutazione, e senza nessuna aspettativa che essi esisteranno come parte di un universo condiviso. Un addetto ai lavori ha lasciato intendere che dare più libertà ed interpretazioni diverse a queste origin story li aiuterà ad attirare l’attenzione del pubblico moderno.