Macchine Mortali: Peter Jackson rivela che il film era in progetto dal 2008

Con l’adattamento di Macchine Mortali di Philip Reeve in uscita a dicembre, il produttore e co-sceneggiatore Peter Jackson rivela come il film è stato quasi realizzato nel 2008. Mentre il film è finalmente uscito 17 anni dopo la pubblicazione del romanzo, si scopre che un adattamento stava per realizzarsi circa 10 anni fa. Al tempo non riuscì a realizzarlo ma a quanto pare il ritardo è stata una sorta di benedizione, viste le attuali capacità di VFX.

Durante un set visit a Wellington, i ragazzi di ScreenRant hanno parlato con il produttore Peter Jackson circa la produzione del film, scoprendo che tipo di cambiamenti sono entrati in vigore quando il progetto è effettivamente entrato in sviluppo.

“Certamente le persone in digitale, ovvero i doppi digitali, sono la cosa che ha rivoluzuonato negli ultimi anni, e so che vedremo un bel po’ di ciò in questo film. Perché questo film è su un tipo di scala che non puoi davvero costruire sul set. Voglio dire, stiamo costruendo il maggior numero di set che possiamo, ma è… sai, avere una città lunga un miglio su ruote e questi enormi… semplicemente non puoi costruire niente del genere.”

Jackson ha aggiunto poi che il progetto la scenografia, addietro nel 2008, era originariamente ideata come diversi set in miniatura rispetto al film di quest’anno, ma poi la cosa non è stata presa in considerazione per via dei costi eccessivi, ed anche per via del fatto che non gli avrebbero dato una vera flessibilità creativa. Le miniature avrebbero limitato il direttore della fotografia in termini di creazione dello scatto perfetto, “una visual camera è un ottimo strumento” in quanto ha consentito loro di dare vita alle sequenze d’azione in modo più fluido.

“Con le miniature, è davvero… arrivi quasi al punto in cui le miniature sono più costose delle cose fatte al computer, inoltre con una miniatura devi decidere prima l’inquadratura. Devi scegliere come si muoverà la macchina da presa e quella sarà la tua inquadratura. La flessibilità e la scoperta di una cinepresa digitale soono un ottimo strumento.”

Futuro remoto. Tom, giovane Apprendista Storico di Terza Classe, vive in una Londra che si aggira per il mondo ormai deserto cercando di divorare altre città più deboli allo scopo di procacciarsi schiavi e risorse. Un caso fortuito porta il ragazzo a sventare il piano omicida di una giovane orribilmente sfigurata che attenta alla vita del capo della Corporazione degli Storici, l’archeologo Valentine. Prima che la misteriosa ragazza precipiti nel nulla del selvaggio Territorio Esterno, Tom riesce a farsi rivelare la sua identità. Ma, da quel momento, da eroe e si trasforma in preda. Età di lettura: da 11 anni.

Macchine Mortali uscirà nelle sale nel 2018, con Christian River alla regia su una sceneggiatura di Peter Jackson, Fran Walsh e Philippa Boyens, i quali si occuperanno anche della produzione del progetto.

Il film è prodotto da Peter Jackson e dal suo team in neozelandese per MRC e Universal. Nel cast Hugo Weaving, Steven Lang, Jihae e Leila George.