Marc Guggenheim rivela che Tom Welling era favorevole alla fine del suo Superman in Crisi sulle Terre Infinite

Il produttore di Arrowverse, Marc Guggenheim, ha rivelato che Tom Welling di Smallville era favorevole alla fine del suo Superman in Crisi sulle Terre Infinite.

Leggi anche: Marc Guggenheim ripensa a quando parlò del possibile cameo di Nicolas Cage

L’evento crossover della CW è iniziato a dicembre 2019 e ha unito gli eroi di Arrow, The Flash, Supergirl, Legends of Tomorrow e Batwoman. Tuttavia, oltre agli spettacoli dell’Arrowverse, il crossover ha presentato anche personaggi di Black Lightning, Titans e una miriade di altre proprietà DC. Una di queste era Smallville. La serie è stata presentata per la prima volta della Warner Bros. Television (WB TV), network che durante la quinta stagione dello show ha messo in piedi una joint-venture con CBS Corporation, gli ex-proprietari di UPN e la Warner Bros. Entertainment, una divisione di WarnerMedia, ex proprietario di maggioranza di The WB Television Network, portando quindi la serie a diventare il primo prodotto The CW.

Tom Welling ha interpretato Clark Kent come studente delle superiori per i primi quattro anni dello show, prima di passare ad altre avventure. A differenza della maggior parte degli spettacoli di supereroi, Smallville si è concentrato sul viaggio di Clark per diventare Superman, piuttosto che sul suo periodo col mantello. Erica Durance si unì al cast nella stagione 4 come Lois Lane e rimase fino al finale della serie. Ironia della sorte, Durance ha un ruolo separato nell’Arrowverse come Alura, la madre di Kara Danvers / Supergirl.

Il produttore Marc Guggenheim ha parlato del ruolo di Welling in Crisi sulle Terre Infinite durante un’intervista sul podcast Fake Nerd. Durante il crossover, è stato rivelato che il suo Clark Kent aveva rinunciato ai poteri. Secondo Guggenheim, questo era qualcosa che Welling ha sostenuto, spiegando:

“L’idea che Clark avrebbe rinunciato ai suoi poteri per avere questo tipo di vita è qualcosa che ha davvero suonato bene a tutti noi, come penso che sia piaciuto molto anche a Tom Welling. Ha semplicemente senso”.

Il produttore ha anche parlato di come si sono assicurati che l’aspetto di Welling non andasse a confrontarsi malamente con il finale della serie Smallville:

“È stato uno dei motivi per cui è stato così importante mostrarti quegli articoli del Daily Planet che Lois ha scritto. Volevamo davvero dire al pubblico che la promessa di Smallville era: ‘Diventerà Superman’. Volevamo chiarire che ciò è accaduto, che è diventato Superman, che ha avuto tanto avventure, ma sono lasciate alla tua immaginazione.”

Leggi anche: perché l’Arrowverse non ha potuto realizzare crossover con il DCEU prima?

La Crisi si è conclusa lo scorso gennaio. Tuttavia, Guggenheim ha recentemente rivelato che i creatori dell’Arrowverse sanno già quale sarà il crossover del prossimo anno. Considerando il numero di cameo in Crisi, così come la conclusione di Arrow, è sicuro dire che sarà un qualcosa di più piccolo. Tuttavia, potrebbero esserci due nuovi spettacoli dell’Arrowverse che prenderanno parte all’evento del prossimo anno.

Secondo quanto riferito, la serie spin-off di Supergirl, Superman & Lois, ha ricevuto un ordine senza nemmeno presentare il pilota, data la fiducia nella serie. Nel frattempo, lo spin-off di Arrow, Green Arrow and the Canaries è ancora una possibilità ma ne sapremo di più a maggio. Tutto sommato, potrebbero esserci 6 spettacoli dell’Arrowverse su The CW la prossima stagione.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: