Mark Steven Johnson non rinnega il lavoro fatto nel Daredevil del 2003

Dopo i successi di film X-Men e Spider-Man, molti altri eroi della Marvel come Daredevil si sono fatti strada verso il grande schermo, ma non tutti i tentativi di adattamento hanno riscosso lo stesso successo critico o commerciale.

Mark Steven Johnson, che ha diretto il film Daredevil del 2003 e Ghost Rider del 2007, guarda ancora con affetto a quei film che potrebbero non essere diventati degni di nota nella storia del cinema dei supereroi, ma che sicuramente ancora qualcuno ricorda e ama.

“Ci ho messo veramente poca, poca mano, ma penso che allora stavamo facendo alcune cose interessanti”, ha detto Johnson a ComicBook guardando l’attuale popolarità del genere dei supereroi. “Abbiamo inserito alcune cose di cui sono orgoglioso. Mi piace molto l’aspetto di Daredevil, non avevamo ancora visto un supereroe tornare a casa coperto di cicatrici e masticare analgesici, ed è stato un po’ triste. Non lo otterrei adesso da un personaggio Marvel di proprietà della Disney. Non lo vedrete, e forse c’è una ragione, ma l’ho trovato molto interessante, era qualcosa che [come fan] non avevi visto.”

Daredevil è al 44% delle recensioni positive su Rotten Tomatoes (anche se come sapete il sito non è affidabile), e nonostante abbia avuto un andamento buono dal punto di vista finanziario, assorbendo quasi 180 milioni di dollari in tutto il mondo, non si può definire un successo. Nel 2004, una parte del film del regista è approdata su home video, ottenendo un rating R e includendo quasi 30 minuti di riprese aggiuntive.

“Anche se è irregolare, sono comunque molto orgoglioso del taglio di quella director’s cut”, ha osservato Johnson. “Continuo a pensare che ne sia valsa la pena, e la cosa difficile ora è quando ti guardi dietro le spalle e vedi solo com’erano ​​gli effetti visivi. Fai tipo: ‘Oh mio Dio’, guardando la CGI di Daredevil del 2003, e fai un verso del tipo: ‘bleah’. Ora abbiamo personaggi di videogiochi più belli di come apparivano allora.

So che mi ha perseguitato per anni, perché la gente che – non tutti ma molte persone a cui non piaceva il film – ha visto la director’s cut e si è davvero divertita. Ma a che serve alla fine? Speri solo che la gente lo veda e decida in base a quello.”

Sebbene questi film non abbiano poi reso i popolari questi personaggi, hanno spianato la strada al successo di Marvel’s Daredevil su Netflix, ad Agents of SHIELD che ha incorporato una versione di Ghost Rider, e naturalmente a tutto l’Universo Cinematografico Marvel.

Daredevil è un film del 2003 scritto e diretto da Mark Steven Johnson e basato sull’omonimo fumetto edito dalla Marvel Comics.

Il cast del film comprende Ben Affleck nel ruolo del protagonista e Jennifer Garner nel ruolo di Elektra, premiata agli MTV Movie Awards 2003 come miglior performance rivelazione femminile. Michael Clarke Duncan riveste il ruolo del potente criminale Kingpin che, a differenza del fumetto originale, è di colore, mentre Colin Farrell interpreta l’antagonista Bullseye.

Dal film è stato tratto anche un videogioco, uscito esclusivamente per la piattaforma Game Boy.

Daredevil è uscito nelle sale degli Stati Uniti d’America il 14 febbraio 2003, mentre in quelle italiane il 4 aprile dello stesso anno. Al film seguì uno spin-off, Elektra, distribuito nelle sale nel 2005.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: