Martin Scorsese non pensa che i film Marvel siano cinema

Martin Scorsese afferma che sebbene abbia provato a guardarli, non pensa che i film Marvel siano cinema.

Con oltre mezzo secolo di film al suo attivo, Scorsese ha innegabilmente preso il suo posto come uno dei più grandi registi della storia del cinema. Cinefilo nel vero senso della parola, Scorsese ha amato i film per tutta la sua vita e l’influenza delle vaste esperienze cinematografiche che ha collezionato negli anni è profondamente percepibile nel suo lavoro.

All’età di 76 anni, Scorsese pubblicherà il suo ultimo film il mese prossimo: l’attesissimo The Irishman, che riunisce grandi mostri sacri della recitazione come Robert De Niro, Al Pacino e il collaboratore di lunga data di Scorsese, Joe Pesci.

Mentre l’opinione di Scorsese sul cinema è stata spesso richiesta da giornalisti e cineasti dello spettacolo, è più comune sentire il famoso regista parlare dei film (vecchi o nuovi) che gli piacciono rispetto a quelli che non gli piacciono.

Più di recente durante un’intervista con Empire, tuttavia, Scorsese ha rivelato le sue opinioni su uno dei più grandi money-maker della Hollywood moderna: i film tratti dai fumetti, o più precisamente in questo caso, i film Marvel.

“Io non li vedo. Ci ho provato sai? Ma non è cinema. Onestamente, pensando a che possono essere realizzati bene e al netto di quanto impegno possano mettere gli attori in circostanze del genere, posso pensare a loro come a dei parchi divertimento. Non si tratta di cinema in cui esseri umani cercano di trasmettere emozioni o esperienze ad altre persone.”

È chiaro che Scorsese prende sul serio il suo cinema e mentre sembra che abbia dato una possibilità ai film tratti da fumetti, semplicemente non sono all’altezza del suo standard di cinema e degli effetti che dovrebbe avere sul pubblico. Per alcuni sarà forse facile respingere le opinioni di Scorsese considerandole incline ad apprezzare solo i film d’autore, ma questo non è il caso, né lo è mai stato quando si tratta dell’eclettico amore del regista per il cinema.

Certo, le critiche all’UCM o ai film tratti dai fumetti in generale non sembrano mai andare bene, quindi i commenti di Scorsese susciteranno sicuramente molta ira fra i fan. Questo è comprensibile in una certa misura, ma è importante anche capire che in termini di puro contenuto cinematografico, Scorsese potrebbe aver centrato il punto.

I film Marvel e in generale quelli tratti dai fumetti occupano il loro posto al cinema come parte dell’industria dell’intrattenimento – non si può negare che raggiungano grandi risultati in termini di spettacolarità sullo schermo e al botteghino. Per alcuni, questo è tutto ciò che un film dovrebbe essere, e forse non hanno tutti i torti, in quanto il cinema stesso è nato come forma d’intrattenimento, ma per coloro che vogliono qualcosa di più dai film che guardano, le parole di Scorsese possono suonare molto vere.

Fonte

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: