Marvel Cinematic Universe: Kevin Feige parla dei possibili recast

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Quello che accadrà dopo con la fine di Avengers 4 ci fa tremare un po’ tutti quanti. Sappiamo bene che sarà la fine di un’era, ma anche l’inizio di un qualcosa di nuovo, e per poter dar vita a qualcosa di nuovo bisogna avere il coraggio e la forza di lasciarci altro alle spalle. Abbiamo avuto un assaggio di quello che potrebbe essere lo shock causato da tale cambiamento con lo schiocco di dita visto in Avengers: Infinity War, ma credo proprio che il cambiamento sarà ancor più radicale e traumatico.

Quello che preoccupa tutti è il possibile destino che subiranno i nostri eroi classici, ovvero i Vendicatori originali, quali Iron Man, Capitan America, Thor, Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco, che, guarda caso, risultano essere trai pochi sopravvissuti allo schiocco. Si parla di chi morirà, di chi andrà in “pensione”, ma di sicuro arriveranno dei cambiamenti, anche se questi personaggi dovessero continuare a combattere, dato che, i nostri cari attori, invecchiano come tutti. Ed è qui che si pone un problema veramente grosso, ovvero quello del recast di alcuni personaggi. Un vero e proprio dilemma. Come possiamo immaginare un Tony Stark non interpretato da Robert Downey Jr.? Oppure uno Steve Rogers non interpretato da Chris Evans? Un problema che è stato affrontato dal capoccia dei Marvel Studios, ovvero Kevin Feige.

Feige, durante un’intervista con Costco Connection, ha parlato di possibili recasting per i vari personaggi, affermando che ancora non è il momento di preoccuparsene:

Stiamo parlando di una cosa che succede spesso nei fumetti, ed è per questo che questi personaggi sono così rilevanti ancora oggi. Non dobbiamo considerare solo i 10 anni dei nostri film, ma anche la vita editoriale della Casa delle Idee, che produce storie con questi personaggi da oltre sessant’anni. Questi supereroi rimangono popolari e importanti per il pubblico perché vengono aggiornati. Cambiano con i tempi. Non ho dubbi sul fatto che tutti i nostri attori, che sono al massimo della forma fisica, dentro di loro hanno energie per altri 50 anni di film. Ma per quanto riguarda le specifiche di come si evolveranno i personaggi, per fortuna, non siamo ancora costretti a pensarci seriamente. Stiamo ancora finendo ciò che abbiamo iniziato con Avengers: Infinity War.

Parole molto giuste quelle del vecchio Feige. Dobbiamo ancora aspettare. D’altronde prima vediamo quello che hanno fatto con Avengers 4, e poi potremo iniziare a tirare un paio di somme.

Avengers 4 (titolo non ufficiale) uscirà nelle sale statunitensi il 3 maggio 2019, con Anthony e Joe Russo di nuovo alla regia, su una sceneggiatura sempre di Christopher Markus e Stephen McFeely, basata sui fumetti di Jim Starlin e Jack Kirby. Nel cast Robert Downey Jr. (Tony Stark / Iron Man), Chris Evans (Steve Rogers / Capitan America), Chris Hemsworth (Thor), Mark Ruffalo (Bruce Banner / Hulk), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff / Vedova Nera), Jeremy Renner (Clint Barton / Occhio di Falco), Paul Rudd (Scott Lang / Ant-Man), Evangeline Lilly (Hope Van Dyne / Wasp), Michelle Pfeiffer (Janet Van Dyne), Brie Larson (Carol Danvers / Capitan Marvel), Karen Gillan (Nebula), Bradley Cooper (Rocket Racoon), Gwyneth Palthrow (Pepper Potts), Don Cheadle (James Rhodes / War Machine), Jon Favreau (Happy Hogan) e Josh Brolin (Thanos). La fotografia sarà a cura di Trent Opaloch, mentre la colonna sonora sarà composta da Alan Silvestri.