Monster Hunter: Paul W.S. Anderson rivela dettagli circa l’adattamento

Sicuramente uno dei film tratti dai videogiochi più attesi, assieme a Detective Pikachu, è il nuovo film da lui diretto da Paul W.S. Anderson e basato sul celebre franchise di videogame della Capcom, Monster Hunter.

La paura verso questo film è tanta è comprensibile, sia conoscendo la maledizione dei film tratti dai videogiochi, sia conoscendo Anderson come regista, ma non è giusto tacciar di bassa qualità un film prima che esca, quindi per ora è bene tener viva la speranza con un cauto cinismo.

In una recente intervista con SlashFilm, proprio il regista Paul W.S. Anderson, in un lungo discorso a proposito di Origin, la we-fiction di fantascienza televisiva creata da Mika Watkins che ha debuttato il 14 novembre 2018 su YouTube Premium, ha parlato del progetto Monster Hunter toccando diversi argomenti.

Era Monster Hunter un gioco con cui eri ossessionato come Resident Evil?

Sono diventato consapevole del gioco 10 anni fa. Sono stato un fan a lungo termine di Monster Hunter prima che la maggior parte delle persone in Occidente sapesse cosa fosse. In parte perché trascorro molto tempo in Giappone e mi sono innamorato delle immagini del gioco e ho iniziato a parlarne con Capcom nove anni fa. È sicuramente un progetto di passione, nove anni di lavoro.

È simile a Resident Evil in quanto stai creando nuovi personaggi originali come Alice?

No, il film contiene molti personaggi del videogioco. C’è The Handler and Admiral, Aiden, Aiden’s Handler. Volevamo Palico. Con Monster Hunter puoi creare il tuo personaggio, ma non puoi giocare Lara Croft o Jill Valentine, puoi giocare la tua creazione, e c’è sicuramente un elemento in questo. Alcuni dei protagonisti saranno personaggi nuovi, ma questo è un riflesso di ciò che è il videogioco. È sicuramente un film che è saldamente e pienamente radicato nel mondo del videogioco, come ci si aspetterebbe visto che ho lavorato con Capcom lungo nove anni per adattarlo e portarlo sullo schermo.

Vuoi mostrare tutti i mostri del gioco o ne creerai di nuovi?

Ascolta, non ho bisogno di creare nuovi mostri. C’è una vasta gamma di incredibili creature nel corso dei giochi. Ci stiamo appoggiando piuttosto pesantemente alle creature preferite di Monster Hunter World, che è l’ultimo gioco, ma stiamo anche introducendo quelli che penso siano alcuni dei più favolosi mostri di alcuni dei primi giochi, ed anche ad alcune delle immagini dai giochi precedenti. Quindi penso che i fan di Monster Hunter World riconosceranno quel mondo ed i personaggi di quel mondo, ma sarà anche un richiamo ad alcuni dei momenti e delle creature preferite di alcuni dei giochi precedenti, che si spera possano entusiasmare le persone a dare un’occhiata ai capitoli videludici precedenti. Anche perché ci sono alcuni magnifici mostri in quei primi giochi,e penso che molte persone che hanno appena giocato a Monster Hunter World potrebbero non essere a conoscenza.

Il film è basato sulla serie di videogiochi Capcom con lo stesso nome. L’action-RPG ha come protagonisti dei cacciatori che attraversano il mondo, raccogliendo risorse, costruendo armi e intrappolando o uccidendo giganteschi mostri. Il franchise è iniziato nel 2004 e ha incluso cinque episodi nella serie principale. A causa del suo successo, specialmente in Giappone, il franchise si è espanso ed ha incluso un gioco di carte collezionabili, un manga e persino un’anime. Nel 2012, è stato riferito che la serie avrebbe avuto anche un film d’azione live-action con il regista di Resident Evil, Paul WS Anderson, al timone. Passarono quattro anni prima dello sviluppo del film di Monster Hunter, che è in produzione.

Questa non è la prima volta che Anderson ha deciso di deviare dal materiale originale. La serie Resident Evil, dove figura la Jovovich, è stata criticata per non esser stata fedele ai giochi. Inoltre, i film stessi non sono stati ben accolti. Nonostante le recensioni negative, il franchise è rimasto redditizia guadagnando oltre 900 milioni di dollari al botteghino e diventando il franchise di maggior successo basato su un videogioco. Il successo di Jovovich e Anderson (che sono anche marito e moglie) probabilmente ha avuto un ruolo nell’incoraggiare Capcom a permettere loro di adattare un altro dei loro giochi.

Se le storie sulla trama di Monster Hunter sono vere, i giocatori probabilmente si troveranno a guardare un altro film liberamente ispirato a un videogioco. Mentre i giochi si svolgono in un universo fantasy, si dice che il film di Anderson segua due personaggi trascinati in un mondo parallelo pieno di mostri. Se le foto di Jovovich e Boneta sono qualcosa su cui basarsi, il film sembra seguire la visione di Anderson cosa che quindi indica che il film presenterà elementi di un’epoca più moderna. Ma con solo una manciata di foto rilasciate, è troppo presto per prevedere quanto lontano Monster Hunter si distaccherà dal suo materiale sorgente.