Ms.Marvel: la scrittrice e produttrice esecutiva parla del colpo di scena dell’ultimo episodio

Avvertimento – Questo articolo contiene spoiler del finale di stagione di Ms.Marvel

Per anni i fan della Marvel si sono chiesti: quando il MCU introdurrà i mutanti? Il trionfante ritorno è stato anticipato da Kevin Feige al Comic-Con di San Diego del 2019, con spettatori accaniti che hanno ricevuto solo briciole di pane per il loro arrivo, come il ritorno di Charles Xavier sul grande schermo in Doctor Strange in the Multiverse of Madness.

Ora sembra che il finale di Ms. Marvel abbia introdotto qualcosa che oltre ad essere una connessione palese ai personaggi, introduce effettivamente la prima mutante nel MCU.

È stato già spiegato che l’introduzione di mutanti è stata evitata nel sequel di Doctor Strange per impedire a una rivelazione così grande da oscurare la storia di Wanda. Sfortunatamente, sembra che oscurerà invece la Kamala Khan di Iman Vellani, poiché il finale di stagione di Ms.Marvel ha rivelato che lei stessa è una mutante. Nell’ultima scena del finale di stagione, il Bruno Carrelli di Matt Lintz rivela a Kamala che c’è qualcosa di diverso nei suoi geni e la definisce una “mutazione”, per lasciare spazio subito dopo al tema di X-Men ’97, serie sequel di X-Men: The Animated Series. Questa svolta rivela che Kamala Khan è il primo mutante ad essere introdotto correttamente nel Marvel Cinematic Universe.

La scrittrice principale e produttrice esecutiva della serie, Bisha K. Ali, spiega e conferma come si è sentita riguardo all’introduzione di mutanti attraverso Kamala Khan. Ali ha semplicemente esclamato nell’intervista: “Oh mio dio, il miglior giorno della mia vita!“. Tuttavia, Ali ha anche rivelato che il fatto che Kamala fosse un mutante non è sempre il piano.

“Non è stato così fin dall’inizio [dello spettacolo]. Con la Marvel c’è sempre qualcosa che si muove mentre si sviluppa il progetto, e stavamo cercando di rispondere a questa domanda: ‘Se qualcuno [della famiglia di Kamala] si mettesse il braccialetto, avrebbe i poteri?. La risposta è sempre stata no, dal punto di vista del personaggio, no.”

Uno dei motivi per cui Kamala quindi è diventata la prima mutante del MCU, era quello di spiegare perché è stata capace di ottenere potere dal bracciale, mentre la sua famiglia non avrebbe potuto. Secondo Ali: “si adattava alla logica del più ampio MCU“.

Una volta che la protagonista Iman Vellani ha scoperto la connessione del suo personaggio con gli X-Men, è giustamente andata fuori di testa e ha riportato la notizia direttamente al presidente dei Marvel Studios Kevin Feige.

“Hanno inviato a me, e solo a me, la bozza [dell’episodio finale], e sono andato immediatamente fuori di testa. Ho mandato un’e-mail a Kevin Feige in maiuscolo. Ero tipo: ‘Lo stai facendo davvero?’ Sei sicuro? Sono così onorata!’. Era come urlargli contro tramite un’e-mail. Stavo impazzendo.”

Per dare un senso a questo e per spiegare la presunta genetica di Kamala Khan, è una ClanDestine a causa del lignaggio di sua madre e potrebbe aver ereditato il suo X-Gene solo da suo padre (come sappiamo dai film Fox, il gene si trasmette dal padre), il cui X-Gene e poteri sono inerti. Spiegherebbe perché Yusuf presumibilmente non può esercitare il potere del bracciale, perché non è un ClanDestine , ma anche perché la madre di Kamala, Muneeba, non può usarlo, a causa della mancanza dell’X-Gene.

Il fatto che questo non sia stato pianificato “dall’inizio [dello spettacolo]” rende l’inclusione dei ClanDestine ancora più confusa, soprattutto quando è fortemente implicito che i Kree sono coinvolti nella loro origine. Ma questo significa che i Kree sono in qualche modo coinvolti nell’origine dei mutanti? È possibile che, al posto dei Kree che creano gli Inumani nel MCU, abbiano creato mutanti invece attraverso la sperimentazione preistorica sull’umanità.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: