Mulan: tutte le differenze fra il reboot live-action ed il film animato del 1998

Contro le montagne innevate della Nuova Zelanda, scoppia una feroce battaglia tra i Rouran e l’esercito dell’imperatore sul set di Mulan della Disney. Questo film potrà essere un remake (direi più un reboot) del film d’animazione del 1998, ma non sarà una rivisitazione della storia.

Leggi anche: il produttore svela perché il personaggio di Li Shang non è nel film

Nell’ottobre del 2018 Collider ha visitato il set di Mulan insieme a un piccolo gruppo di giornalisti, e a quanto pare sono rimasti affascinati dall’epica battaglia scoppiata davanti a loro, lo scontro tra le armi, l’attrice Yifei Liu al centro della scena che ha affrontato diversi avversari. La battaglia fantasy che speravano di vedere.

Da quello che abbiamo visto nei trailer, ci sono diversi elementi in questa nuova rivisitazione di Mulan che differiscono dalla versione del 1998. Ad esempio, l’aggiunta della strega che cambia forma interpretata da Gong Li e la rimozione dell’amato compagno Mushu di Mulan.

Il produttore Jason Reed aha ffaermato che la scelta di lasciare Mushu in disparte era in parte dovuta alla tradizione cinese, in quanto il pubblico non ha mai pensato che fosse la migliore interpretazione di un drago nella loro cultura, dopotutto il drago “è un segno di rispetto, di forza e potere, e quell’approccio come un aiutante sciocco non è piaciuto molto al pubblico tradizionale cinese“.

Alla domanda su le altre somiglianze o divergenze rispetto al film d’animazione, Reed ha affermato che i principi del film d’animazione saranno ancora intatti. Ma una delle aree chiave in cui i due film divergevano è l’apertura del film con Mulan da bambina, dove vedremo il suo spirito che non trova somiglianza in quello degli altri bambini. Tutto ciò diventerà un tema portante del film.

Un’altra area che porta il film ad essere differente dal cartone sono le musiche e le canzoni originali. Avranno una presenza in questo film? Il cast canterà? Sfortunatamente, è improbabile che vedremo esplodere Donnie Yen in una versione di “Farò di te un uomo”. Non ci sarà un tradizionale momento di irruzione musicale, ma le canzoni e la musica del film d’animazione verranno comunque utilizzate, anche se in modo diverso. Pure l’iconica scena del taglio di capelli di Mulan non sarà presente nel film, in quanto “i guerrieri cinesi portavano i capelli lunghi“, e tagliarseli per lei avrebbe significato ottenere l’effetto opposto del somigliare ad un uomo.

Di seguito troverai altri esempi dei maggiori cambiamenti rispetto alla versione animata e altre cose apprese dalla fonte durante la visita sul set.

  • L’iconica scena del taglio di capelli non c’è nella versione live-action.
  • Nessun Mushu o Cri-Kee come aiutanti, ma ci sarà una sorta di aiutante mitologico.
  • Il cast non canterà. Varie canzoni del film d’animazione saranno rappresentate nel film live-action in “un modo diverso”.
  • La nonna di Mulan del film d’animazione non sarà nella versione live-action.
    Mulan ha una sorella in questa versione, interpretata dall’attrice Xana Tang. Tradizionalmente, Mulan era figlia unica, ma nelle versioni successive di “The Ballad of Mulan” aveva una sorella minore. Il team ha ritenuto che ciò aggiungesse un contesto emotivo più ampio e una maggiore motivazione per il suo personaggio.
  • Vedremo una giovane Mulan, che è descritta per avere uno spirito speciale dentro di lei.
  • Bori Khan di Jason Scott Lee non sarà l’unico cattivo. Ci sarà un’antagonista femminile, una strega che cambia forma di nome Xian Lang, interpretata da Gong Li.
  • Gli invasori del Nord non saranno Unni o Mongoli, ma saranno invece chiamati Rouran.
  • L’amato personaggio di Li Shangi non è in questo film. Il suo ruolo è stato diviso in due personaggi diversi: il comandante Tung di Donnie Yen e Chen Honghui di Yoson An
  • La scena iconica in cui Mulan si arrampica sul palo alto per recuperare la freccia potrebbe non essere nel film. Non è stato visto nessun palo sul set del campo di addestramento. Invece, potremmo vedere diversi momenti in cui Mulan dimostra il suo valore.
  • Non è chiaro se vedremo gli antenati di Mulan prendere vita in questo film, anche se il produttore Jason Reed afferma che c’è un’illusione che si riferisce ai suoi antenati.

Quando l’Imperatore della Cina emette un decreto per il quale un uomo per famiglia deve servire nell’esercito imperiale per difendere il paese dagli invasori del Nord che attaccano la Cina, Hua Mulan, la figlia maggiore di un guerriero onorato, interviene per prendere il posto del suo padre malato. La ragazza è energica, determinata e scaltra. Mascherata da uomo, Hua Jun, viene messa alla prova passo dopo passo e dovrà saper sfruttare la sua forza interiore e abbracciare il suo vero potenziale.

È un viaggio epico che la trasformerà in un guerriero onorato e le farà guadagnare il rispetto di una nazione grata… e un padre orgoglioso.

Mulan presenta un cast di celebrità che include: Yifei Liu come Mulan; Donnie Yen nel ruolo del comandante Tung; Jason Scott Lee nel ruolo di Böri Khan; Yoson An come Cheng Honghui; con Gong Li come Xianniang e Jet Li come Imperatore. Il film è diretto da Niki Caro da una sceneggiatura di Rick Jaffa e Amanda Silver e Elizabeth Martin e Lauren Hynek, ed è basato sul poema narrativo “The Ballad of Mulan”.

Mulan uscirà nelle sale italiane il 26 marzo 2020, con Niki Caro alla regia, su una sceneggiatura di Amanda Silver, Rick Jaffa, Elizabeth Martin e Lauren Hynek, basata sull’omonimo fim d’animazione Disney del 1998, e con Chris Bender, Tendo Nagenda, Jason Reed e Jake Weiner come produttori. La fotografia è a cura di Mandy Walker, mentre la colonna sonora è composta da Harry Gregson-Williams.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: