Mysterio ed il dettaglio rivelato nel nuovo trailer di Spider-Man: Far From Home

Lungo il trailer di Spider-Man: Far From Home è stato introdotto un dettaglio davvero particolare inerente a Mysterio, che ci racconta come gli eventi di Avengers: Endgame hanno drasticamente cambiato l’Universo Cinematografico Marvel così come lo conosciamo, visto che c’introduce ancora una volta al multiverso.

Se non avete ancora visto Avengers: Endgame o il nuovo trailer di Spider-Man, dovete guardarli prima di continuare a leggere.

Spoiler da qui in poi

 

Come molti di voi già sanno, alla fine di Avengers: Endgame vediamo Peter Parker tornare alle superiori dopo essere stato via per cinque anni. Mentre non è invecchiato, c’è la possibilità che almeno la metà della sua scuola sia cresciuta, e magari qualcuno si è già diplomato e trasferito al college.

Come sapete, il film ha visto i nostri eroi più potenti della Terra viaggiare indietro nel tempo, così da prelevare le Gemme dell’Infinito e usarle per sistemare il caos generato da Thanos. Nella pellicola viene spiegato che rimuovere una Gemma dell’Infinito dalla linea temporale d’appartenenza – visto che queste danno consistenza al “flusso del tempo” – crea una timeline alternativa, ma che, secondo Hulk/Banner, si può “sistemare” rimettendo al proprio posto l’artefatto.

Tutto normale, se non che viaggiando nel tempo la timeline si modifica già a prescindere, quindi crea comunque una nuova linea temporale, che a sua volta darà vita ad una realtà parallela. Quindi, dopo averlo introdotto leggermente in Doctor Strange, i Marvel Studios hanno dato una caratterizzazione più approfondita al concetto di multiverso.

Come sappiamo, ad un certo punto nel finale del film, Captain America viaggia nel tempo e nello spazio per rimettere le Gemme dell’Infinito al loro posto nel passato, così da mantenere intatto l’universo, ma forse qualcosa è andato storto in quel preciso momento, assieme ad altri piccoli momenti che hanno stravolto la linea temporale, e quindi l’UCM ne è risultato modificato in qualche modo.

Nel nuovo trailer di Spider-Man: Far From Home scopriamo che Mysterio, con cui Spidey collaborerà su richiesta di Nick Fury, viene dalla Terra ma non dalla solita che vediamo nel film. Al che Spider-Man ovviamente chiede anche: “stai dicendo che c’è un multiverso?”.

Ovviamente, essendo Mysterio notoriamente un cattivo, c’è una possibilità che stia effettivamente mentendo sulla sua provenienza, e che tutto confluisca nella teoria che vuole il Quentin Beck di questo film essere un “wannabe super-eroe”, senza poteri ma con l’abilità di creare grandi illusioni con giochi di prestigio (come il personaggio originale), ma questa provenienza potrebbe anche spiegare le apparenti abilità “mistiche” che sembra possedere nel film.

Non siamo ancora sicuri di quale sarà la sua storia completa, ma come detto poc’anzi, anche se i trailer del film lo mostrano come alleato di Spider-Man, potrebbe essere alla fine il vero cattivo, e gli Elementali che compariranno qua e la lungo il Vecchio Continente potrebbero essere solamente illusioni molto vivide volte a far apparire Mysterio come un eroe.

Ma, se Mysterio finisse davvero per provenire da una Terra diversa, allora forse i Vendicatori non hanno aggiustato del tutto le cose nel modo in cui pensavano. Il fatto che Captain America abbia combattuto se stesso, e Loki sia riuscito a fuggire con il Tesseract nel 2012, potrebbe aver creato un certo numero di dimensioni parallele risultati dalla modificazione dei normali eventi.

Alla fine, non sarebbe sorprendente se gli eventi di Avengers: Endgame aprissero un multiverso, dopotutto i fumetti giocano spesso con questo concetto e avrebbe senso anche per l’UCM cominciare a farlo.  Comunque, anche se rimarrei piacevolmente soddisfatto della svolta fra menzogne e giochi di prestigio, e quindi preferirei fosse così, la cosa non esclude la questione multi-universale.

Come ho detto c’è la possibilità che Mysterio stia solo facendo a pugni con i cattivi per costruirsi una fama da eroe (nel caso dei poteri mistici), o semplicemente far apparire se stesso come più speciale di ciò che è (nel caso dei giochi di prestigio), ma ciò non esclude che possa comunque provenire da una realtà alternativa. Il desiderio di essere un eroe potrebbe scaturire dal fatto che nel suo universo non veniva preso sul serio per via del costume; o magari in stile Sindrome de Gli Incredibili, vuole apparire come un eroe e lo fa grazie alla tecnologia – molto avanzata e proveniente dal suo universo – facendo magari un dolce riferimento alla terza legge di Arthur C. Clarke, che recita: “Qualunque tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia“.

Ovviamente il tutto potrebbe portare poi anche all’introduzione di personaggio appena acquisiti dai Marvel Studios come i mutanti e i Fantastici 4, ma per il momento pensiamo a Spider-man e riflettiamo su un’altra teoria più interessante in merito.