New Mutants: nuova clip con Charlie Heaton nei panni di Cannonball

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Questo 2018 è iniziato e con esso, com’è tradizione ormai, arriveranno tanti nuovi cinecomic, sia di casa Marvel (e Marvel/Fox) che Dc/Warner, ma sicuramente tra quelli che più catturano l’attenzione (e immagino anche la vostra) è proprio New Mutants. Nuovo film dedicato ai mutanti di casa Marvel, diretto da Josh Boone, che abbraccerà un’atmosfera del tutto diversa da quella a cui siamo abituati, ovvero quella tipica di un film horror.

Ennesima prova che la Fox con gli X-Men voglia fare qualcosa di nuovo, soprattutto dopo LoganDeadpool e la serie tv capolavoro Legion, e quest’ultima in particolare si avvicina molto a quello che potrebbe essere il tono del nuovo film di Josh Boone, che ricordiamo essere il primo di un’intera trilogia che poi si collegherà direttamente alla saga degli X-Men.

Il film avrà anche un cast di giovanissimi, tra cui Anya Taylor-Joy e Maisie Williams, ma quest’oggi ad essere protagonista di un breve promo è l’attore Charlie Heaton, noto al grande pubblico per essere Jonathan Byers nella serie Netflix Stranger Things. Heaton interpreta Sam Guthrie/Cannonball, un mutante in grado di emettere energia termodinamica, di volare e di creare campi di forza. Qui di seguito trovate il promo in questione, non poco inquietante.

Che ne dite? Che aspettative avete per questo film?


[amazon_link asins=’B01JNVC8NI,B01JNVC8RE,B01JNVC8RY,B00ES8I61K,B06XDN3VS9,B01BMCRNF4,B075KLPHLP’ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’42746ea9-f568-11e7-8d37-2b1b8ca5278c’]


New Mutants uscirà il 13 aprile 2018 con Josh Boone alla regia su una sceneggiatura di Knate Lee e dello stesso Boone. Nel cast Anya Taylor-Joy (Illyana Rasputin/Magik), Maisie Williams (Rahne Sanclair/Wolfsbane), Charlie Heaton (Sam Guthrie/Cannonball), Henry Zaga (Robert da Costa/Sunspot), Blu Hunt (Danielle Moonstar/Mirage), Alice Braga (dott.ssa Cecilia Reyes). La fotografai sarà a cura di Peter Deming.