Obi-Wan Kenobi: Deborah Chow anticipa l’arrivo di cameo collegati alla trilogia prequel

Attenzione: questa storia contiene spoiler dagli episodi di Obi-Wan Kenobi

Obi-Wan dirà “ciao” a volti più familiari negli episodi a venire, anticipa la direttrice della serie Deborah Chow. Nella serie, il Maestro Jedi in esilio Obi-Wan “Ben” Kenobi (Ewan McGregor) è in missione per proteggere i gemelli Skywalker: una Leia Organa di 10 anni (Vivien Lyra Blair) e Luke Skywalker (Grant Feely). A riprendere i loro ruoli dalla trilogia prequel di Star Wars sono i rispettivi genitori – Bail Organa (Jimmy Smits) e lo zio di Luke, Owen Lars (Joel Edgerton) – e per buona misura anche il Maestro Qui-Gon Jinn, nonostante non si veda.

Non è tutto. Insieme alle apparizioni dei droidi R2-D2 e C-3PO (Anthony Daniels), il viaggio di Obi-Wan sul pianeta Daiyu lo porta faccia a faccia con un veterano Clone Trooper (Temuera Morrison) per la prima volta da La Vendetta dei Sith un decennio prima.

In un’intervista con Rotten Tomatoes TV​​, Chow ha confermato che i fan possono aspettarsi ancora più cameo galattici e easter egg di Star Wars negli altri quattro episodi (la “Parte III” debutterà mercoledì 1 giugno).

“Non credo che sarebbe Star Wars se non avessimo degli easter egg e non avessimo dei cameo. Quindi ce ne sono sicuramente alcuni a venire”, ha scherzato la regista di Mandalorian e Obi-Wan Kenobi. “Penso che per noi, con quello che raccontiamo nello show, la serie avesse bisogno di uscire dal personaggio per qualche momento. Ma non volevamo semplicemente inserire rimandi per il gusto di farlo”, Tuttavia, ha continuato Chow. “Obi-Wan Kenobi è un personaggio che ha sicuramente interagito con molte persone e ha fatto molto nella sua vita.”

Posto nel mezzo della linea temporale tra La vendetta dei Sith e Una nuova speranza, Chow ha suggerito che i cameo dei personaggi collegheranno più ai prequel che alla trilogia madre, rispetto a serie come The Mandalorian, The Book of Boba Fett e Ahsoka, ambientato cinque anni dopo Il ritorno dello Jedi.

“Data la natura dei nostri personaggi, per noi il tessuto connettivo più forte è quello dei prequel”, ha detto Chow a Entertainment Weekly. “Perché in gran parte è da lì che provengono i nostri personaggi ed è lì che sono iniziate le loro storie. Quindi i prequel sono davvero i più legati alla nostra serie.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: