Oscar: l’Academy mostra le nuove regole d’inclusione per essere candidati a Miglior Film

Oggi, l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha annunciato nuovi standard di rappresentazione e inclusione per l’idoneità agli Oscar® nella categoria Miglior film, come parte della sua iniziativa nota come “Academy Aperture 2025”.

Gli standard sono progettati per incoraggiare un’equa rappresentazione dentro e fuori dallo schermo al fine di riflettere meglio la diversità del pubblico che va al cinema. I governatori dell’Academy, DeVon Franklin e Jim Gianopulos, hanno guidato una task force per sviluppare gli standard che sono stati creati da un modello ispirato agli standard di diversità del British Film Institute (BFI) utilizzato per determinati requisiti di finanziamento nel Regno Unito e idoneità in alcune categorie della British Academy of Film e televisione (BAFTA), ma sono stati adattati per soddisfare le esigenze specifiche dell’Academy. Questa si è anche consultata con la Producers Guild of America (PGA), come fa le voci per l’ammissibilità agli Oscar.

“L’apertura deve allargarsi per riflettere la nostra eterogenea popolazione globale sia nella creazione di film sia nel pubblico che si connette con loro. L’Academy si impegna a svolgere un ruolo fondamentale nel contribuire a rendere tutto ciò una realtà”, hanno affermato il presidente dell’Academy David Rubin e il CEO dell’Academy Dawn Hudson. “Riteniamo che questi standard di inclusione saranno un catalizzatore per un cambiamento essenziale e duraturo nel nostro settore”.

Per il 94° Oscar (2022) e il 95° Oscar (2023), sarà richiesto l’invio di un modulo riservato per gli standard di inclusione dell’Academy per la considerazione a miglior film, tuttavia il raggiungimento delle soglie di inclusione non sarà richiesto per l’idoneità alla categoria Miglior film fino al 96° Oscar (2024). Per quello, un film dovrà soddisfare DUE su QUATTRO dei seguenti standard per essere considerato idoneo:

 

STANDARD A: RAPPRESENTAZIONE SU SCHERMO, TEMI E NARRATIVE
Per raggiungere lo Standard A, il film deve soddisfare UNO dei seguenti criteri:

A1. Principali o attori di supporto significativi. Almeno uno degli attori principali o di supporto significativi appartiene a un gruppo razziale o etnico sottorappresentato.

• Asiatico
• Ispanico / latino-americano
• Nero / afroamericano
• Indigeno / Nativo americano / Nativo dell’Alaska
• Mediorientale / Nordafricano
• Nativo hawaiano o altro isolano del Pacifico
• Altra razza o etnia sottorappresentata

A2. Cast generale dell’ensemble. Almeno il 30% di tutti gli attori in ruoli secondari e minori proviene da almeno due dei seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne
• Gruppo etnico o razziale
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche, o che sono sorde o dure dell’udito

A3. Trama / argomento. La trama, il tema o la narrazione principale del film sono incentrati su un gruppo sottorappresentato.

• Donne
• Gruppo etnico o razziale
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche, o che sono sorde o ipoudenti

STANDARD B: LEADERSHIP CREATIVA E TEAM DI PROGETTO
Per raggiungere lo Standard B, il film deve soddisfare UNO dei criteri seguenti:

B1. Leadership creativa e capi dipartimento. Almeno due delle seguenti posizioni di leadership creativa e capi dipartimento: direttore del casting, direttore della fotografia, compositore, costumista, regista, editor, parrucchiere, truccatore, produttore, scenografo, scenografo, audio, supervisore degli effetti visivi, Scrittore, devono appartenere ai seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne
• Gruppo etnico o razziale
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche, o non udenti o ipoudenti

Almeno una di queste posizioni deve appartenere al seguente gruppo razziale o etnico sottorappresentato:

• Asiatico
• Ispanico / latino-americano
• Nero / afroamericano
• Indigeno / Nativo americano / Nativo dell’Alaska
• Mediorientale / Nordafricano
• Nativo hawaiano o altro isolano del Pacifico
• Altra razza o etnia sottorappresentata

B2. Altri ruoli chiave. Almeno sei altri membri della crew / squadra e posizioni tecniche (esclusi gli assistenti alla produzione) provengono da un gruppo etnico o razziale sottorappresentato. Queste posizioni includono ma non sono limitate a First AD, Gaffer, Script Supervisor, ecc…

B3. Composizione complessiva della troupe. Almeno il 30% della troupe del film proviene dai seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne
• Gruppo etnico o razziale
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche, o sorde o ipoudenti

STANDARD C: ACCESSO AL SETTORE E OPPORTUNITÀ
Per raggiungere lo Standard C, il film deve soddisfare ENTRAMBI i criteri seguenti:

C1. Apprendistato retribuito e opportunità di stage. La società di distribuzione o finanziamento del film ha pagato apprendistati o stage che provengono dai seguenti gruppi sottorappresentati e che soddisfano i criteri seguenti:

• Donne
• Gruppo etnico o razziale
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche o che sono sorde o con problemi di udito

I principali studi / distributori sono tenuti ad avere apprendistati / stage retribuiti sostanziali e continuativi comprensivi di gruppi sottorappresentati (devono includere anche gruppi razziali o etnici) nella maggior parte dei seguenti dipartimenti: produzione / sviluppo, produzione fisica, post-produzione, musica, VFX, acquisizioni, affari commerciali, distribuzione, marketing e pubblicità.

Le mini-major o gli studi / distributori indipendenti devono avere un minimo di due apprendisti / stagisti dei suddetti gruppi sottorappresentati (almeno uno di un gruppo razziale o etnico sottorappresentato) in almeno uno dei seguenti dipartimenti: produzione / sviluppo, produzione fisica, post-produzione, musica, VFX, acquisizioni, affari, distribuzione, marketing e pubblicità.

C2. Opportunità di formazione e sviluppo delle competenze (troupe). La società di produzione, distribuzione e / o finanziamento del film offre opportunità di formazione e / o lavoro per lo sviluppo di competenze a persone dei seguenti gruppi sottorappresentati:

• Donne
• Gruppo etnico o razziale
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche, non udenti o ipoudenti

STANDARD D: SVILUPPO DEL PUBBLICO
Per raggiungere lo Standard D, il film deve soddisfare il criterio seguente:

D1. Rappresentanza in marketing, pubblicità e distribuzione. Lo studio e / o la compagnia cinematografica ha più dirigenti senior interni tra i seguenti gruppi sottorappresentati (devono includere individui di gruppi etnici o razziali sottorappresentati) nei loro team di marketing, pubblicità e / o distribuzione.

• Donne
• Gruppo razziale o etnico
• Asiatico
• Ispanico / Latinx
• Nero / afroamericano
• Indigeno / nativo americano / nativo dell’Alaska
• Mediorientale / nordafricano
• Nativo hawaiano o altro isolano del Pacifico
• Altra razza o etnia sottorappresentata
• LGBTQ +
• Persone con disabilità cognitive o fisiche, o che sono sorde o ipoudenti

Tutte le categorie diverse da quella per il miglior film saranno soggette ai loro attuali requisiti di idoneità. I film nelle categorie di lungometraggi speciali (lungometraggi d’animazione, documentari, lungometraggi internazionali) presentati per la considerazione per il miglior film / ingresso generale saranno esaminati separatamente.

Academy Aperture 2025 è la fase successiva dell’iniziativa di partecipazione e inclusione dell’Academy che promuove gli sforzi in corso dell’organizzazione d’inclusione nell’industria dell’intrattenimento per aumentare la rappresentanza all’interno dei suoi membri e della più ampia comunità cinematografica.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: