Patty Jenkins commenta il suo ingresso nel frachise di Star Wars con Rogue Squadron

Patty Jenkins entrerà nella storia del franchise di Star Wars come la prima donna a dirigere un film, in quanto sta sviluppando Star Wars: Rogue Squadron, un film ambientato nel futuro di Star Wars.

La regista è impegnata nello sviluppo del film, che racconta una nuova storia invece di adattare le precedenti storie di Rogue Squadron.

Parlando con Yahoo, Jenkins ha detto che una certa aspettativa in più arriva con la regia di un film di Star Wars, data la sua enorme fan-base.

“Sento un’enorme pressione per realizzare un grande film di Star Wars, ovviamente. La fan-base è incredibile, massiccia e soddisfarla non è un compito da poco. Questo è davvero quello a cui penso”, dice Jenkins. “Se posso essere in una posizione innovativa per spianare la strada ad altre persone, è fantastico. Spero di riuscire a farlo. Ma fortunatamente [Wonder Woman e Wonder Woman 1984] non erano da meno per quanto riguarda la pressione. Quindi mi sono abbastanza abituata al fatto che non c’è davvero nulla che tu possa fare al riguardo. Devi solo provare a fare un bel film, ed essere davvero diligente nel tenere gli occhi sulla palla assicurandoti sempre di pensare a tutto. Quindi andrò avanti e cercherò di fare un bel film.”

La Jenkins ha anche discusso di come la Lucasfilm, offrendole Rogue Squadron, le abbia dato l’opportunità di realizzare finalmente il film sui piloti da caccia che sognava da quando era bambina.

“Quello che è successo è stato che [Lucasfilm] si è avvicinata a me e [mi ha chiesto] se sarei mai stata interessata, così ho detto che sarebbe dipeso da quale sarebbe stata la storia”, ha detto Jenkins. “Voglio solo assicurarmi sempre di poter fare un film fantastico. E quando hanno detto Rogue Squadron ho quasi sussultato. Perché non potevo credere che fossero così saggi da sapere e in qualche modo intuire che era esattamente quello che morivo dalla voglia di fare, a causa del mio passato e di come sono cresciuta attorno a piloti di caccia. È davvero un film che muoio dalla voglia di fare. Ho passato anni cercando di fare un film su Chuck Yeager. Quindi questo è niente di mneo che un grande onore.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: