Patty Jenkins ha siglato un accordo con Netflix del valore di 10 milioni di dollari

Patty Jenkins avrà un impatto maggiore nel mondo della TV grazie al fatto che ha siglato un accordo con Netflix del valore di 10 milioni di dollari.

L’ultimo lavoro della Jenkins, dove lei ha lavorato come regista e produttore esecutivo, è I Am the Night, una miniserie di TNT ambientata negli anni ’60 a Los Angeles che presentava un’adolescente alla ricerca della verità sulla sua genitorialità e un veterano di guerra diventato giornalista hacker, che indagano su un crimine raccapricciante. Le vite dei due vengono quindi trascinate attraverso il famigerato e irrisolto omicidio di Black Dahlia.

Anche se ora è meglio conosciuta per aver diretto Wonder Woman, Patty Jenkins ha lasciato il segno con il suo debutto alla regia, Monster, la vera storia del serial killer Aileen Wuornos, in cui Jenkins ha diretto la star Charlize Theron. Dopo aver diretto episodi di Entourage e Arrested Development, è stata assunta per dirigere Thor: The Dark World, ma ha lasciato la produzione dopo due mesi per via di divergenze creative.

La notizia dell’accordo di Patty Jenkins con Netflix è arrivata da THR (via SR). L’accordo da 10 milioni di dollari, che durerà tre anni, vedrà Jenkins creare, sviluppare e produrre esclusivamente nuove serie per il gigante dello streaming. Non sono stati forniti dettagli sul tipo di serie che creerà, o se esiste un tipo specifico di genere che Netflix sta cercando da lei, ma il periodo di tempo in cui lavorerà per l’azienda fornirà ampie opportunità di sperimentazione.

A parte Wonder Woman, il cui prossimo sequel vedrà la principessa amazzone combattere l’arcinemica Cheetah, gran parte del lavoro precedente della Jenkins è in TV. Ha diretto l’episodio pilota del poliziesco del 2011 The Killing, e anche il finale della sua seconda stagione, episodi che hanno aperto e risolto il mistero dell’omicidio che finora aveva guidato la trama dello spettacolo. Ha anche diretto l’episodio pilota di Betrayal, uno show di una stagione su un fotografo e un avvocato entrambi sposati, che dopo aver iniziato una relazione si trovano ai lati opposti di un processo per omicidio.

Dato il lavoro di Jenkins su Wonder Woman e il suo prossimo sequel, sarebbe eccitante pensare che produrrà serie ispirate ai fumetti per Netflix, forse riempiendo il buco lasciato dalle cancellazioni di Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist, aggiungendo qualcosa di super-eroistico (magari DC Comics), al già ampio elenco di spettacoli. Tuttavia, data la natura della maggior parte dei suoi precedenti lavori televisivi, è molto più probabile che creerà drammi e serie poliziesche, probabilmente destinati a integrarsi a spettacoli simili con cui Netflix ha già fatto successo, come Narcos, Mindhunter e Ozark.