Payday 3: il gioco potrebbe essere salvato da Microsoft

Quando nel 2017 è iniziato lo sviluppo di Payday 3, nei corridoi della software house svedese Starbreeze c’era moltissimo entusiasmo tanto da interrompere il supporto al validissimo Payday 2 per dedicarsi completamente allo sviluppo del terzo capitolo del franchise e invece la sua produzione si è rivelata più complessa del previsto

Tra le principali motivazioni di queste difficoltà è stato il disastro chiamato Overkill’s The Walking Dead, che fu un flop sia dal punto di vista commerciale che qualitativo e ciò ha fatto arrivare Starbreeze quasi al fallimento a causa dei numerosi debiti. Nel tentativo di risanarli, la compagnia con sede ad Uppsala ha fatto ripartire il supporto a Payday 2 lanciando diversi contenuti a pagamento. Questa manovra disperata è riuscita a dare i suoi frutti in quanto, nell’ultimo report finanziario, Starbreeze è riuscita a ripagare gran parte dei suoi debiti grazie agli ottimi introiti del secondo capitolo e dei suoi contenuti aggiuntivi a pagamento anche grazie a due raccolte distinte fondi, e di avere soldi a sufficienza per portare avanti lo sviluppo del gioco nel 2021

Attualmente però, Payday 3 è ancora ufficialmente privo di un publisher, ma il CEO Tobias Sjögren, sempre durante il report finanziario già citato, ha dichiarato che la compagnia è vicina alla chiusura di un accordo per la pubblicazione con un partner con la medesima passione per i games-as-a-service di Starbreeze, pronto ad unirsi al lancio di successo di Payday 3. Oggi Starbreeze è una compagnia più forte rispetto ad un anno fa. Siamo estremamente fiduciosi, assetati di vendetta ed entusiasti della possibilità di concentrarci al massimo sulle nostre IP con Payday in prima linea”.

La salvezza di Payday 3 è vicina ma quale potrebbe essere il publisher che sta per avvenire l’accordo? Attualmente, a causa della scarsità di elementi a nostra disposizione, non si possono fare nomi concreti ma in rete la community ha già citato Microsoft come il probabile salvatore di Starbreeze. Il colosso di Redmond è stato portato nella discussione a causa della gigantesca campagna di acquisizioni che ha portato nella famiglia di Xbox Game Studios realtà come Ninja Theory, Obsidian Entertainment, Double Fine Productions, Playground Games e, a breve, pure Zenimax/Bethesda. Non ci resta che aspettare ulteriori novità al riguardo e sopratutto, delle smentite o delle conferme da parte di Starbreeze.

 

FearTheLuke

FearTheLuke

Sin da piccolo, la bravura nella nullafacenza lo ha portato ad appassionarsi alla scritturam, al cinema e ai videogames. In questo modo è riuscito ad entrare in mondi fantastici e straordinari da esplorare, fino a quando non si è buscato una freccia nel ginocchio.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: