Pedro Pascal parla dell’esser parte di due progetti su Wonder Woman e del piacere di lavorare con Patty Jenkins

Per Pedro Pascal, essere nel cast di Wonder Woman 1984 di Patty Jenkins è stato così incredibile che si è brevemente dimenticato di aver partecipato a un altro progetto incentrato sulla guerriera amazzone della DC Comics.

Leggi anche: Adrianne Palicki ricorda i suoi momenti come Wonder Woman rivelando di essere una grande fan dei fumetti

Nel 2011, Pascal è apparso nel fallito pilot David E. Kelley di Wonder Woman della NBC, con Adrianne Palicki nel ruolo dell’eroina titolare. Pascal ha interpretato Ed Indelicato, il collegamento di Diana con il LAPD, il suo Commissario Gordon praticamente. Tuttavia, quell’esperienza era lontana dalla sua mente quando Jenkins gli offrì il ruolo del malvagio Maxwell Lord in Wonder Woman 1984.

“Ottenere la parte per Wonder Woman 1984 mi ha sconvolto così tanto che qualsiasi cosa mi fosse mai successa prima, non la ricordo più. Non avevo alcuna associazione”, ha detto recentemente Pascal a EW. “E questo non vuol dire che quel pilot del 2011 non fosse fantastico per me, e sono rimasto devastato dal fatto che non sia stato ordinato in serie.”

La serie ha reinventato Diana Prince sia come un supereroina con sede a Los Angeles che come il suo alter ego, Diana Themyscira, il leader di una grande società che commercializza il marchio Wonder Woman per finanziare la sua attività di lotta al crimine. Anche Cary Elwes, Elizabeth Hurley e Tracie Thoms hanno recitato nel pilot: “Amo Adrianne Palicki. Amo David E. Kelley. E ho pensato che fosse un approccio molto, molto rischioso e interessante in termini di ciò che stavano cercando di fare“, ha detto Pascal. E a quanto pare per Palicki il sentimento è reciproco: “E’ proprio un tale tesoro. Mi è davvero piaciuto lavorare con lui. Che persona gentile fin dall’inizio“.

Pascal crede che il pilota gli sia sfuggito di mente a causa del travolgente impatto culturale di Wonder Woman del 2017 e di quanto fosse entusiasta di riunirsi con la Jenkins, che ammira da Monster del 2003.

“È solo dopo [essere stato scelto] che ho cominciato a ricordare l’associazione e la stranezza di far parte di due diverse esperienze inerenti a Wonder Woman, perché il primo film che Patty e Gal [Gadot] hanno realizzato insieme a Charles Roven, ha preso una posizione dominante in molti modi”, ha detto. “Non si può mai dire che questa sia l’unica Wonder Woman [perché] Lynda Carter sarà con noi per il resto della nostra vita. Ma in termini della nostra attuale era di film coi supereroi, sembra che non ci fosse nulla prima di Wonder Woman e quindi essere nel nuovo film è stato folle perché ho anche fatto partecipato ad un pilota con Patty Jenkins, che non è stato ordinato in serie.

[…] E’ sempre stata una mia eroina e nessuno che mi aspettassi di incontrare. Facendo quel pilot con lei, l’idea di incontrare Patty Jenkins nella sala delle audizioni è stata davvero, davvero un grosso problema per me. E quindi non avrei potuto immaginare di lavorare con lei come ho fatto nel progetto a tema Wonder Woman. E seriamente, è stata una delle migliori esperienze della mia vita.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: