Perchè la Warner ha deciso di accantonare Batgirl nonostante lo stato dello sviluppo?

La morte di Batgirl ha creato un’onda d’urto immediata in quel di Hollywood.

Il film, con un budget di 75 milioni di dollari che è cresciuto fino a raggiungere i 90 milioni di dollari a causa delle eccedenze legate al COVID, aveva terminato le riprese mesi fa ed era in fase di post-produzione avanzata, oltre al fatto che aveva già eseguito alcuni proiezione di prova con i registi Adil El Arbi e Bilall Fallah.

La star Leslie Grace ha rilasciato diverse interviste esprimendo il suo entusiasmo per aver ottenuto il ruolo da protagonista, oltre all’onore di lavorare con i co-protagonisti Michael Keaton (nel ruolo di Batman), JK Simmons (nel ruolo del padre del suo personaggio, il Commissario Gordon) e Brendan Fraser (come il cattivo, Firefly).

In altre parole, il film era quasi finito e stava già creando consapevolezza tra i fan. Perché la Warner Bros. Discovery ha deciso di accantonare il film quindi?

Secondo fonti a conoscenza della situazione, il motivo più probabile sono le tasse.

Diverse fonti sottolineano che Batgirl è stato realizzato sotto un regime diverso in seno alla Warner Bros., guidata da Jason Kilar e Ann Sarnoff, che si è concentrata singolarmente sulla creazione del suo servizio di streaming, HBO Max. Questo sforzo includeva la famigerata decisione di Kilar di pubblicare l’intera lista delle delle proprie uscite del 2021 contemporaneamente al cinema e sullo streamer, il che ha contribuito a costruire la base di abbonati ma ha anche messo a repentaglio la reputazione dello studio con talenti di alto livello che hanno deciso per il divorzio.

Anche prima che David Zaslav prendesse le redini della neonata Warner Bros. Discovery come CEO questa primavera, il dirigente ha dato vita ad un tour di ascolto ben pubblicizzato progettato per ripristinare il rapporto dell’azienda con la comunità creativa. Come parte di questo sforzo, Zaslav non ha nascosto le sue intenzioni d’intervento nella strategia di Kilar, impiegandosi di nuovo a distribuire film al cinema.

Batgirl si è quindi trovata a fare questa brutta fine per via di questa decisione, perché apparentemente non è stato considerato abbastanza grande da essere degno di un’uscita nelle sale, né abbastanza piccola da avere un senso economico nel panorama dello streaming.

Spendere soldi per espandere la portata di Batgirl e renderlo quindi idoneo al cinema – cosa che avrebbe portato la produzione a spendere tra i $ 30 milioni a $ 50 milioni per commercializzarlo solo a livello nazionale – avrebbe portato la spesa del film quasi a raddoppiare, e gli addetti ai lavori affermano che questo è stato il motivo principale dell’accantonamento del film, in quando adesso la strategia della Warner è quella di tirare la cinghia e concentrarsi su i money-maker.

Rilasciare il film su HBO Max sembrerebbe la soluzione più ovvia. Invece, l’azienda ha accantonato Batgirl, e diverse fonti affermano che quasi certamente richiederà una svalutazione fiscale sul film, visti internamente come il modo più valido dal punto di vista finanziario per recuperare i costi. Potrebbe giustificarlo imputandolo come un cambio di strategia successivo alla fusione.

Ciò, tuttavia, significherebbe che la Warner Bros. non potrà monetizzare il film: nessun debutto su HBO Max, nessuna finestra cinematografica e nessuna vendita a un altro studio.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: