Planet of the Apes: Wes Ball vuole onorare ciò che è stato fatto in precedenza

All’inizio di questa settimana è stato annunciato che la Disney stava andando avanti con la produzione di un nuovo film di Planet of the Apes e che il regista di Maze Runner, Wes Ball, avrebbe guidato il progetto.

Non sono state trasmesse molte altre informazioni riguardo al progetto, infatti non sappiamo nemmeno se il film servirà come sequel della recente trilogia o se sarà un nuovo riavvio.

Ma Ball sembra fiducioso della direzione in cui sta cercando di portare il film. Il cineasta ha recentemente usato Twitter per commentare il progetto cinematografico dicendo:

“Dirò questo sulle scimmie. Sono cresciuto sull’originale e adoro assolutamente la trilogia precedente. Lo farei solo se sentissi di poter offrire qualcosa di speciale pur onorando ciò che è accaduto prima. Abbiamo qualcosa che si preannuncia essere un capitolo fantastico di questo franchise.”

Questo commento dice tutto e non dice niente, ma facciamo notare la parola franchise, che potrebbe rimandare al fatto che questo film sarà collegato ai tre film che hanno composto la trilogia moderna. Ovviamente non possiamo saperlo con certezza, ma lo supponiamo.

A partire dal 1968, i film hanno generato 5 titoli basati sul romanzo francese di Pierre Boule insieme a una serie degli anni ’70 e personaggi inconici prima che esistessero i giocattoli di Star Wars. Tim Burton ha provato a riavviare il franchise con un film nel 2001. Ha guadagnato 362,1 milioni in tutto il mondo, ma non ha generato una nuova saga.

Successivamente, nel 2011, Rise of the Planet of the Apes ha dato una svolta più moderna alla storia con Andy Serkis nel ruolo di Cesare, che si trasforma dal soggetto di uno studios medico a re delle scimmie intelligenti. Lungo tre film tra cui Dawn of the Planet of the Apes and War of the Planet of the Apes, il trio ha incassato 1,68 miliardi di dollari in tutto il mondo.