Predator: nuovo film in arrivo ambientato ai tempi dei nativi americani

La saga di Predator è una delle più famose e importanti della storia del cinema. Nel 1987, quando uscì il primo film di John McTiernan, rivoluzionò il sottogenere dello slasher introducendo una creatura sci-fi insieme ad un tipo di humor unico e mai invadente, che pian piano si è perso, fino al serioso e dark Predators, per poi ripresentarsi nel recente e meraviglioso The Predator, diretto e scritto da Shane Black che già aveva lavorato al primo film come attore.

L’ultimo film diretto da Black non è stato ben accolto né dalla critica e neanche dal pubblico, ma gli incassi sembrano esser stati sufficienti non tanto per continuare col film del 2018, bensì per portare in sala un nuovo film con il celebre cacciatore extraterrestre ambientato in un tempo ben lontano da quelli che abbiamo visto fino ad oggi sul grande schermo.

È fresca fresca la notizia che la Fox produrrà un nuovo film dedicato al franchise di Predator, che vedrà alla regia Dan Tratchtenberg, già regista dell’acclamato 10 Cloverfield Lane, e che sarà ambientato nel passato. In particolare in America ancor prima dell’arrivo degli europei.

La cosa interessante e al tempo stesso divertente è che alla Fox c’è un progetto intitolato Skulls che dovrebbe raccontare la storia di una donna Comanche che si ribella alle tradizioni del proprio popolo per diventare una guerriera. Ora, però, si viene a scoprire che tale Skulls non è nient’altro che il nuovo film di Predator, il quale sarà infatti ambientato al tempo in cui i nativi americani erano gli unici padroni della loro terra. Probabilmente Skulls non è nient’altro che il working title del film.

L’idea è molto interessante e originale, il che permetterà di vedere dell’azione con il celebre alieno, o Yautja per i più appassionati, mai vista fino ad oggi al cinema, soprattutto grazie all’assenza di armi da fuoco dalla storia.

 

Fonte: Deadline

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: