Quale sarà il futuro dell’UCM dopo Avengers: Infinity War?

In Avengers: Infinity War è stata mostrata una particolare scena che ha lasciato di stucco non poche persone. La descrizione che sto per fare contiene uno spoiler enorme, quindi continuate la lettura solo dopo aver visto il film.

Siete stati avvertiti.

Come sapete Avengers: Infinity War termina con un più che sorprendente cliffhanger che altera radicalmente l’Universo Cinematografico Marvel, quindi è giusto chiedersi come questo avrà effetti su i prossimi due film dei Marvel Studios, ovvero Ant-Man & The Wasp, in arrivo a luglio, e Captain Marvel, previsto per marzo prossimo.

Sappiamo che Captain Marvel sarà ambientato negli anni ’90, quindi gli effetti di quel mortale schiocco di dita non avrà effetto su di lei e la sua storia, ma per il sequel di Ant-Man è ancora lecito chiedersi come le cose svolgeranno. Sosteniamo che anche quest’ultimo sarà ambientato nel passato.

Teorizzo questa cosa per via del fatto che in Avengers: Infinity War viene espressamente detto che i personaggi interpretati da Jeremy Renner e Paul Rudd sono agli arresti domiciliari per via del fatto che hanno delle famiglie, quindi posso immaginare che Ant-man and the Wasp sarà ambientato probabilmente nei due anni che dividono Captain America: Civil War a Avengers: Infinity War. Ciò non significa però che i due film non avranno qualcosa da offrire a questa Fase 3, che poi si concluderà con Avengers 4.

C’è la possibilità che i ruoli di Captain Marvel e Ant-Man, assieme alla sua partner Wasp, possano avere qualcosa a che fare magari con un possibile “reset” della distruzione prodotta da Thanos? Che i risultati della guerra dell’infinito possano venir invertiti?

Non sappiamo molto della trama di Ant-Man and the Wasp, ma sappiamo che, come detto sopra, l’assenza del personaggio nella guerra viene spiegata con un accordo che i personaggio ha fatto con il governo degli Stati Uniti in seguito al suo arresto in Captain America: Civil War. Citando le difficoltà di avere una famiglia, sia Scott Lang che Clint Barton acconsentono a scontare il resto delle loro sentenze agli arresti domiciliari. E anche se questa è la ragione per cui Ant-Man non è presente nel film corale, potrebbe comunque rendersi disponibile quando la più grande minaccia che l’universo abbia mai affrontato si palesa al cospetto della Terra. Della serie potrebbe esserci stato ma non l’abbiamo visto.

Molto più probabilmente però il film sarà ambientato in un periodo imprecisato di quei due anni che dividono Captain America: Civil War da Avengers: Infinity War, presumibilmente alla ricerca di Janet van Dyne. Ciò lascia immaginare quindi che affronteranno diverse avventure nel Regno Quantico, che ricordiamo essere – nell’Universo Cinematografico Marvel – una realtà dove i concetti di tempo e spazio diventano irrilevanti. Il Regno Quantico potrebbe effettivamente rivelarsi come una sorta di scudo dagli effetti del Guanto dell’Infinito, e potrebbe nascondere qualche indizio rilevante su come disfare ciò che Thanos ha fatto.

Per quanto riguarda Captain Marvel invece possiamo contestualizzare il tutto con la scena post-credits, dove vediamo Nick Fury e Maria Hill subire gli effetti dell’eradicazione ad opera di Thanos, ma poco prima di dissolversi dall’esistenza il nostro ex-capo dello SHIELD armeggia con un dispositivo, per poi andarsene con un “figlio di pu…“. La scena continua con un primo piano verso il marchingegno che si rivela essere un comunicatore, una sorta di cerca-persone, dove compare il logo e trama del costume di Captain Marvel.

Quindi possiamo presumere che il personaggio dai grandissimi poteri sia una sorta di ultima linea di difesa per la Terra, anche se questa supposizione comunque solleva non poche domande. Dov’è stata mentre Thanos attaccava la Terra? E dove si trova ora? Come ho detto il film di Captain Marvel sarà ambientato negli anni ’90 con un Nick Fury più giovane e con ancore due occhi, questo naturalmente spiega come l’ex capo dello SHIELD la conosca, ma questo non spiega perché la chiami in proprio in quel momento. Alcune teorie vorrebbero la super-eroina esser intrappolata in un’altra dimensione, cosa che quindi farebbe entrare in gioco un’altra volta il Regno Quantico, ma andiamo con ordine.

Ci sono diverse storie di questo personaggio, come diverse incarnazioni, ma per formulare una teoria voglio portarvene una che è totalmente farina del mio sacco. Sappiamo che l’Universo Cinematografico Marvel è un a dimensione parallela dell’omniverso Marvel, quindi la direzione narrativa che prende può anche essere lontana dai corrispettivi dei fumetti. Secondo me, mettendo assieme alcune cose prese dai fumetti. Questo Captain Marvel (Carol Danvers), non sarà il corrispettivo femminile di Mar-Vell che indossata l’uniforme di quest’ultimo renderà in onore al super-eroe dopo la sua morte, ma vedrà un adattamento della storia che ai tempi ridefinì il personaggio. Mi raccomando, prendete il tutto per come dev’esser preso, una MIA teoria.

Sappiamo che, secondo alcune indiscrezioni e decisioni di casting, è molto probabile che il film veda l’adattamento della Guerra Kree-Skrull, in cui le due razze si sono contese il pianeta Terra considerandolo un punto strategico per vincere sull’altra razza. Per introdurre i Kree a dovere dovremmo quindi vedere il loro impero, e qui entra in gioco l’Intelligenza Suprema, o Supremor, il capo della civiltà Kree. Questo personaggio in una particolare storia esiliò il Capitano (Mar-Vell), nella Zona Negativa. I Marvel Studios, non potendo adattare ancora questa realtà alternativa, potrebbero approfittarne per rinchiuderla nel Regno Quantico (da qui la teoria sopra-citata), o in una realtà alternativa senza nome. Seguendo poi un’altra parte di storia potremmo vedere il Capitano venir liberato, diventano poi un campione cosmico, tanto da venir chiamato dall’entità cosmica Eon al ruolo di “Protettore dell’Universo”. In questo ruolo il personaggio ha combattuto con diversi nemici, uno dei quali è proprio Thanos, un adoratore della Morte.

Potremmo quindi vedere questa storia riadattata per portare poi Captain Marvel a fare team-up con i Vendicatori rimasti? Esiste una storia che è ambientata dopo il secondo tentativo del titano di collezionare le Gemme dell’Infinito (e qui azzardo alla grande), in cui Warlock, qui sostituito da Captain Marvel, fa squadra effettivamente coi vari supereroi rimasti per affrontare Thanos. Sconfitti uno per uno poi le Entità Cosmiche si sono mobilitate, ma anche loro sono cadute tutte, tranne il Tribunale Vivente, che non è intervenuto. La situazione poi si risolve con Nebula (personaggio rimasto vivo nel film), che ruba il Guanto a Thanos e ripristina lo stato naturale delle cose. Questa è anche la famosa storia dove Thanos, creduto morto, si nasconde su un pianeta disabitato intraprendendo la vita da contadino.

Che ne dite di questa mia teoria? Ditemi la vostra nei commenti!

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: