Quentin Tarantino è lieto di esser stato citato nel Marvel Cinematic Universe

In arrivo a breve anche nelle nostre sale con C’era una volta a… HollywoodQuentin Tarantino è uno dei registi più importanti degli ultimi 30 anni, se non di sempre. Autore di grandi pellicole che andrebbero viste tutte almeno una volta all’anno, il regista statunitense non avrebbe raggiunto tale fama e tale grandezza senza citare e rifarsi a grandi maestri del cinema quali Sergio Leone e Alfred Hitchcock.

Quando però si è un regista del calibro del vecchio Quentin è inevitabile sfornare film cult che verranno citati poi in altre pellicole, esattamente com’è successo con alcuni film del Marvel Cinematic Universe.

Una delle citazioni più celebri è sicuramente la presenza in Captain America – Il Soldato D’Inverno della parte iniziale del falso versetto biblico Ezechiele 25:17 che Tarantino scrisse per Pulp Fiction, e che recitò Samuel L. Jackson, interprete di Nick Fury nel MCU e che richiese personalmente di inserire quella citazione nel film dei fratelli Russo.

Durante una recente intervista con BBC Radio, Tarantino ha parlato dell’esser stato citato nel MCU e del fatto che gli abbia fatto particolarmente piacere:

All’improvviso il mio universo era citato all’interno di un cancello chiuso come il Marvel Cinematic Universe, è stato molto bello.

Ma ricordiamo che l’universo tarantiniano non è stato citaro solo nello spy-movie diretto dai Russo, ma anche in Captain Marvel del duo Anna Boden / Ryan Fleck, che avendo ambientatoil film negli anni ’90 non potevano citare uno dei film più importanti del decennio, ovvero il già menzionato Pulp Fiction. Basti pensare alla presenza del bicchiere usato da Talos, oppure delle inquadrature in macchine con Coulson e un giovane Fury.

Insomma, senza Tarantino cosa ne sarebbe del cinema moderno?

Qui la video-intervista con BBC Radio.


C’era una volta a Hollywood (Once Upon a Time in Hollywood) uscirà nelle sale italiane il 19 settembre 2019, scritto e diretto da Quentin Tarantino e con David Heyman, Shanon McIntosh, Daren Metropoulos e lo stesso Tarantino come produttori. La fotografia sarà a cura di Robert Richardson.

Nel cast Leonardo DiCaprio (Rick Dalton), Brad Pitt (Cliff Booth), Margot Robbie (Sharon Tate), Rafal Zawierucha (Roman Polanski), Mike Moh (Bruce Lee), Damon Herriman (Charles Manson), Scoot McNairy (Bob Gilbert), Luke Perry (Scott Lancer), Damian Lewis (Steve McQueen), Dakota Fanning (Squeaky Fromme), Al Pacino (Marvin Schwarzs), James Marsden, Tim Roth, Michael Madsen, Kurt Russell e Bruce Dern (George Spahn).