Red Sonja: Bryan Singer non è più al lavoro sulla pellicola

Parecchio tempo fa, Bryan Singer è stato assunto dalla Millennium Films per dirigere un reboot live-action di Red Sonja. Tuttavia, la notizia è venuta subito dopo essere stato sostituito come regista di Bohemian Rhapsody e varie accuse di stupro e abusi sessuali su ragazzi minorenni. Inutile dire che Singer, pagato 10 milioni di dollari per prendere in carico quel film, non andava bene a nessuno.

Mentre il capo della Millennium Films, Avi Lerner, è stato inizialmente accanto al regista, una considerevole reazione alla sua difesa di Singer portò il progetto a essere messo in attesa e gli scambi furono rapidi a sottolineare che sarebbe stato difficile trovare qualcuno disposto a recitare nel film.

Ora, un nuovo articolo di The Hollywood Reporter (via CBM) ha rivelato che Lerner è stato costretto a togliere Singer dalla regia del film perché non era in grado di assicurarsi un distributore nazionale, cosa che ovviamente avrebbe ucciso le chance di successo in Nord America di Red Sonja (una versione digitale/online chiaramente non era qualcosa che era disposto a prendere in considerazione).

Sembra molto probabile che una regista sostituirà Singer, e possiamo probabilmente dimenticare di vedere il timoniere degli X-Men lavorare su qualsiasi cosa fino a che non sarà in grado di ripulire il suo nome.