Rian Johnson afferma che è un errore approcciarsi a un film cercando di accontentare i fan

Mentre l’ultimo film della saga degli Skywalker ha appena cominciato la sua corsa al botteghino, Rian Johnson, che ha diretto il divisivo quando eccellente Star Wars: Gli Ultimi Jedi, parla del suo “processo creativo” e del perché non ha cercato di assecondare i fan.

“Penso che avvicinarsi a qualsiasi processo creativo con l’approccio rendere felici il fandom sia un errore che porterebbe probabilmente al risultato esattamente opposto”, ha detto Johnson durante una recente intervista sul podcast Swing & Mrs. su Radio.com. “Anche la mia esperienza di fan, sai, se mi sto approcciando a qualcosa, coincide con la ricerca di qualcosa che penso di volere, se vedo esattamente quello che pensavo di volere sullo schermo, reagisco del tipo: ‘oh, va bene’. Potrebbe farmi sorridere o farmi sentire neutrale, e magari non ci penserò più in seguito, ma questo non mi soddisferà davvero.”

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di JJ Abrams ha debuttato ieri nei cinema italiano e debutterà presto in quelli statunitensi, ed anche se inizialmente alcuni pensavano sarebbe stato divisivo come il precedente film, certamente non avrà mai la stessa qualità. Siamo al livello più basso mai raggiunto dall’intera saga.

Sta ottenendo recensioni contrastanti, presto vi daremo anche la nostra, con un una percentuale molto bassa su Rotten Tomatoes – non che in realtà significhi qualcosa – e ha ricevuto critiche soprattutto per esser stato codardo e aver giocato troppo nella comfort zone della Disney – mentre Johnson è stato criticato dai fan per la ragione sostanzialmente opposta. Nonostante le risposte per lo più positive della critica, Gli Ultimi Jedi ha diviso i fan, alcuni dei quali non erano soddisfatti del modo in cui Johnson ha sovvertito i punti della trama che sono stati sollevati durante Il Risveglio della Forza – cosa che ovviamente lascia intendere il film non l’abbiano visto.

“Voglio essere scioccato, voglio essere sorpreso, voglio essere colto alla sprovvista, voglio far ricontestualizzare le cose, voglio essere sfidato come fan quando mi siedo in teatro”, ha detto Johnson sul podcast. “Quello a cui punto ogni volta che mi siedo in un cinema è avere l’esperienza che ho avuto con L’Impero Colpisce Ancora, qualcosa che è emotivamente risonante, che si percepisce come connesso e che arriva davvero al cuore della saga in un modo che non avrei mai potuto vedere arrivare.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: