Ruby Rose parla della sua risposta emotiva al casting per Batwoman

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Ancora il web si deve riprendere dalla notizia che Ruby Rose sarà Batwoman nel crossover fra le serie del network The CW previsto per quest’autunno, e in parte anche l’attrice deve ancora far mente locale per comprendere di star per interpretare un ruolo ma portato ne su piccolo, e su grande schermo in live-action.

In un apparizione recente al The Tonight Show con Jimmy Fallon l’attrice ha discusso della sua esperienza emotiva nello scoprire che aveva ottenuto il ruolo, proprio prima di dover presenziare sul red carpet della premiere di The Meg:

“Ho scoperto che avevo avuto la parte di Batwoman. E’ un punto di svolta. Ho scoperto tutto un’ora prima che partecipasse alla prima di The Meg e sono stata così nervosa durante il red carpet che ho praticamente scansato tutti perché la preoccupazione, temevo che avrei preso a piangere all’improvviso. Sento che probabilmente lo farò ora.

Continuavo a pensare a cosa dire, perché tutti ti chiedono sempre: ‘Allora, cosa hai in programma?’. E continuavo a pensare, o ci metto provo a rispondere e accidentalmente rivelo qualcosa, o inizierò a piangere, e diranno cose del tipo: ‘Oh, non sembra una cosa bella’. Ma sì, sono così entusiasta.”

Successivamente la Rose Rose ha approfondito i dettagli sul perché il ruolo ha un tale significato per lei:

“Diventerò Batwoman. Sento che il motivo per cui ho continuato ad essere così emotiva è perché sono cresciuta guardando la TV non ho mai visto qualcuno con cui potessi identificarmi, per non parlare di un supereroe. Mi sono ripetuta una sorta di motto , di Oscar Wilde, ovvero ‘sii te stesso perché il resto è già preso’, e quindi ho sempre vissuto con quel motto e il secondo motto quando sono entrata nel settore era ‘sii la persona di cui avevi bisogno quando eri più giovane’. Sento che questi motto mi hanno aiutata, e sono in procinto di piangere per questo.”

Per concludere l’attrice ha parlato di come ha elaborato la responsabilità che adesso ha nell’interpretare un personaggio così iconico, e cosa significa per i giovani fan:

“E’ tipo la terza cosa a cui ho pensato, non solo i bambini possono vederla, crescere e relazionarsi ad essa, oltre al poter sentire più forti e pensare di poter essere un supereroe, ma anche io posso andare avanti e fare queste cose come visitare ospedali, bambini, e persone bisognoso. È un’opportunità davvero incredibile, ovviamente. Sono molto emozionata.”