Rug & Tug: secondo Nicole Maines la polemica sul casting è un buon risultato

Come molti di voi ben sapranno, la povera Scarlett Johansson ha dovuto abbandonare il ruolo da protagonista in Rug & Tug, film incentrato sulla figura del boss della malavita transgender Dante Tex Gill diretto da Rupert Sanders (già regista di Ghost in the Shell), a causa delle varie polemiche sollevate dalla comunità LGBT. La suddetta comunità ha criticato aspramente la scelta di casting della Johansson perché, secondo loro, per interpretare un personaggio trasn ci vuole un attore trans. Ovviamente la cosa è ridicola, ma la voce di tale comunità non è passata inosservata, e la Johansson si è trovata costretta ad abbandonare il ruolo, perdendo l’occasione di regalarci una perfomance molto particolare. E, come se non bastasse, ora è in dubbio anche la produzione stessa della pellicola.

Ma a schierarsi a favore di tale polemica è anche l’attrice trans Nicole Maines, che, durante un’intervista con Variety, ha affermato che tale polemica è un grande risultato per la comunità LGBT:

Gli attori cisgender non prendono ruoli trans con cattiveria. Penso che siano semplicemente incapaci di capire il contesto in cui le persone cisgender interpretano personaggi transgender perché noi non vediamo lo stesso problema con la sessualità.
Abbiamo persone eterosessuali che interpretano le persone gay tutto il tempo e questo perché non c’è una conversazione più ampia in giro – non c’è così tanta retorica dannosa che vola in giro, si veste, fa finta, e quindi devi pensare al contesto con quello. E con i trans, ci sono un sacco di persone che ci accusano di far finta per qualsiasi motivo, cosa non vera. E così avere persone trans che interpretano ruoli trans dimostra che siamo validi nella nostra identità e che meritiamo di esistere a modo nostro. E così, quando abbiamo attori cisgender che interpretano personaggi trans, oltre lo stereotipo su cui stiamo giocando, niente è vero.

Parole che possono essere comprese, ma fino a un certo punto. Se volete sapere come la pensiamo a riguardo potete tranquillamente reperire il nostro articolo a questo LINK, e pertanto mi limiterei a dire che il cinema è magia, finzione, simulazione, e pertanto perché scartare una grandissima attrice quale Scarlett Johnasson per un ruolo così interessante?

 

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: